Piano di Zona S1, GdF acquisisce documenti. La nota dei sindacati

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Nidil-Cgil-e-Uiltemp-Salerno-Antonio-Capezzuto-e-Pierluigi-Estero.Blitz della Guardia di Finanza di Salerno negli uffici del piano di zona dell’ambito s1: i militari mercoledì mattina hanno fatto irruzione nelle stanze di via Libroia ed hanno acquisito una serie di atti che riguardano la gestione del personale tra il 2010 ed il 2011 oltre alla gestione 2013 dell’ambito sociale dell’Agro Nocerino Sarnese (lo scrive puntoagronews.it)

LA NOTA DEI SINDACATI. Dopo le recenti vicende che hanno visto coinvolto il Piano di Zona S1, non ultimo l’arrivo della Guardia di Finanza per l’acquisizione di determine ed atti relativi alla gestione del Piano, e il mancato esperimento della procedura concorsuale pubblicata nel giugno 2014 che avrebbe dovuto consentire l’assunzione del personale per tre anni tramite selezione pubblica, le Scriventi Organizzazioni Sindacali ribadiscono la necessità di un intervento immediato da parte delle Istituzioni competenti.

“Chiediamo all’Assessore Regionale alle Politiche Sociali Lucia Fortini e al neo Governatore Vincenzo De Luca di intervenire nel più breve tempo possibile per mettere fine alla scellerata gestione del Piano di Zona S1. E’chiaro che, dopo anni di mancata trasparenza, dopo il succedersi di scelte che non hanno mai visto come priorità i servizi destinati ai cittadini come più volte richiesto dalle Organizzazioni Sindacali, ci chiediamo se non ricorrano gli estremi per il “commissariamento” del Piano”, dichiarano in una nota congiunta i Segretari Generali di Nidil Cgil e Uiltemp Salerno Antonio Capezzuto e Pierluigi Estero.

“Da anni siamo impegnati nell’affrontare a viso aperto una gestione confusa e poco attenta ai bisogni della cittadinanza. Un sistema sommerso dalle polemiche, dai protagonismi di amministratori locali più preoccupati alle questioni politiche interne che alla necessità di redigere progetti e a garantire l’occupazione dei lavoratori del settore. Ora è arrivato il momento di chiedere alla Regione Campania un cambio di passo. Il Piano di Zona S1 è stato negli anni un fiore all’occhiello delle politiche sociali a livello nazionale, ma ora non lo è più. Il territorio dell’agro, i suoi cittadini, il terzo settore e i suoi operatori meritano sicuramente di più”.

 

Il Seg.Gen. Nidil Cgil Salerno                              Il Seg.Gen.Uiltemp Salerno

Antonio Capezzuto                                                    Pierluigi Estero

 

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.