Salerno: scandalo Ruggi, novità importanti dai primi interrogatori

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
16
Stampa
assenteismo_spiaggia_salernoDue assenteisti del Ruggi si avvalgono della facoltà di non rispondere, un altro rinuncia all’interrogatorio davanti al gip Sergio De Luca, alti due si difendono e respingono le accuse mosse dalla Procura.

E’ il bilancio dei primi interrogatori ai dieci indagati per assentesismo al Ruggi.  Oggi interrogatori di garanzia per altri cinque indagati. Le ipotesi di reato contestate vanno dalla truffa ai danni dello Stato alle false attestazioni o certificazioni nell’utilizzo del badge a culmine di un’indagine che è partita a dicembre scorso consentendo di rilevare – secondo le accuse – condotte fraudolente da parte di numerosi dipendenti ospedalieri che si sarebbero assentati ingiustificatamente dalla struttura ospedaliera risultando però regolarmente al loro posto di lavoro.

Oltre ai filmati delle telecamere, i militari della Guardia di Finanza hanno effettuato anche pedinamenti ed appostamenti consentendo di sorprendere i dipendentia fare la spesa al supermercato, dal parruchiere, al bar,in riva al mare mentre dovevano trovarsi in corsia. Nel frattempo sono all’esame dei magistrati le posizioni degli oltre 800 dipendenti che, ad avviso dalla Procura, hanno compiuto condotte fraudolente.

VIDEO

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

16 COMMENTI

  1. Licenziateli e date il lavoro a chi veramente ha voglia e ,soprattutto a chi veramente merita quei posti in ospedale

  2. fategli restituire tutto quello che hanno intascato con gli interessi e licenziateli questi hanno il posto di lavoro e non sanno tenerselo mentre c’è gente che vuole lavorare e non trova lavoro !!

  3. i sindacati hanno le colpe maggiori, non devono più avere voce, devono scomparire. Hanno protetto per anni fannulloni e sfaticati, sono lo sfascio del nostro paese. Camussi e gli altri vadano a lavorare basta vivere alle spalle dei lavoratori.
    L’ospedale di salerno è un esempio lampante dove i sindacati hanno protetto i fannulloni, ed anche loro hanno procurato danni ed hanno truffato i cittadini, devono pagare con il carcere e restituire i denari percipiti senza lavorare. Dobbiamo segnalare alle autorità competenti gli assenteisti e fannulloni di ogni ente pubblico,

  4. In un qualsiasi altro paese Europeo, per non parlare di USA, NZ e Australia, oltre a licenziarli, avrebbero dovuto pagare i danni e stavano già in galera. Ora si avvalgono anche della facoltà di non rispondere.
    Italia, paese di tarallucci e vino.

  5. gli USA, NZ e Australia non ci interessano e fanno quello che vogliono a casa loro.

    Certamente non porterò ad esempio tali paesi e le linee guide di Margharet Tatcher.

  6. evidentemente ti piace un paese dove a pagare e lavorare siano solo le persone oneste e i cosiddetti furbi che non lavorano e non pagano e la fanno franca. si vede che questo stato delle cose ti sta bene. ma alla maggioranza silenziosa no. vogliamo un cambiamento semplice e radicale: gli onesti siano tutelati i disonesti siano puniti. questo chiediamo dallo Stato. a chi non piace se ne può andare a quel paese.

  7. Semplicemente non mi piacciono USA, NZ, Australia e UE dove l’unica ragione di vita è il denaro. Preferisco essere medico a L’Havana con 20 Eur di stipendio al mese e fare il medico e non percepire 20000 Eur al mese e non fare niente al Ruggi. Quelli sono soldi rubati.

    Poi ad ognuno la sua parte senza “furberie” siamo perfettamente d’accordo.

  8. Occorre licenziare anche i sindacalisti una casta che si appogia alle altre a partire da quella dei politici.

  9. i sindacati \”ONESTI\” dovrebbero condannare questi episodi, e difendere i lavoratori onesti, che sono la maggior parte, invece come sempre si schierano per i fannulloni.

  10. Questi non pagheranno mai sicuramente siamo on ITAlia già mi immagino gli avvocati e sindacali in fila per difenderli poveri noi

  11. x rita queste cose non ti sono cose che non ti riguardano contesti solo sulla citta di salerno vedi che in ospedale un giorno ci potresti andare pure tu questa melma non ti inderessa

  12. stanno gia pagando-speriamo che non paghino pero anche gli ingenui innocenti come sempre capita———

  13. Siamo LA REPUBBLICA DELLE BANANE…tutto finirà a tarallucci e vino..perché per evitare che questi furbastri parlino delle tangenti, dei favori, delle sottrazioni di farmaci e strumenti biomedici, delle assenze pagate come presenze, delle reperibilità fasulle, delle cointeressenze con fornitori, delle regalie che girano, di voci retributive maggiori concessi ad amici-amiche, e così sino all’infinito non ci saranno provvedimenti ”seri” all’interno dell’azienda ( CHI DOVREBBE PRENDERLI E’ SENZA PECCATO?) per cui ..tra bugie …errori della GdF…pastette varie tra una quindicina di giorni tutto sarà come prima…cioè all’ITALIANA! Viceversa in una azienda privata almeno il 50% delle condotte tipiche descritte ( meglio accennate in minima parte) non ci sarebbero essendoci la proprieta’ che paga …qui invece paga e pagherà sempre pantalone!!

  14. indagate anche sulle false leggi 104-ormai ogni dipendente la tiene e invece di assistere il congiunto vanno in ferie…..

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.