Andrea Nalini migliora, sarà la volta buona?

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Salernitana_Ischia_41_esultanza_NaliniLa fine del percorso riabilitativo e il ritorno alla vita da calciatore professionista, sono questi i doni che Andrea Nalini spera di trovare sotto l’albero. Il veneto sarebbe bramoso di scartare simili regali. Fermo dallo scorso mese di marzo per questa fastidiosissima forma di condropatia, l’ex calciatore della Virtus Vecomp Verona nelle ultime settimane è stato avvistato più volte al seguito della squadra, impegnata al Nord. Nalini, che si è sottoposto ad un ciclo di terapie specifiche a Bologna, in un centro specialistico, dall’inizio del 2016 potrebbe tornare a Salerno per iniziare gradualmente a riassaporare il campo, il lavoro in gruppo, gli allenamenti col pallone, le partitelle. Tutto, chiaramente, va fatto con il massimo scrupolo, per gradi, perchè qualsiasi forzatura potrebbe provocare ricadute.

Ed è, naturalmente, ciò che Nalini, la Salernitana, i tifosi, quelli che gli vogliono bene, non si augurano. Già in estate, quando si vociferava che fosse addirittura a rischio “taglio”, il forte esterno ha cercato di bruciare le tappe per partire in ritiro coi commpagni. Ma, nonappena ha iniziato a svolgere allenamenti sul campo da gioco, ha avvertito dolore al ginocchio ed è stato costretto a fermarsi. Saltato il ritiro, sfumato l’inserimento in lista, persa la possibilità di fare il proprio esordio in Serie B nella prima parte di stagione, Nalini s’è sottoposto ad una serie di consulti medici per comprendere una volta per tutte come superare il problema fisico che lo ha tenuto in infermeria per mesi.

Un primo tentativo s’è rivelato infruttuoso e l’entourage del calciatore ha deciso di trasferirsi a Bologna, in un centro che in passato ha risolto anche casi disperati. Ora che questo ciclo di terapie è terminato, Nalini non vede l’ora di verificare sul campo se il dolore è definitivamente andato via e se può tornare alla vita che aveva sempre sognato. Torrente, che ha bisogno di esterni “veri” per il suo 4-3-3, lo aspetta a braccia aperte, ma solo a patto che sia effettivamente guarito. In caso contrario, difficilmente il tecnico di Cetara con una salvezza da conquistare, potrebbe spiegare un posto in lista per un calciatore sul quale non potrebbe fare completamente affidamento dal punto di vista fisico.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.