Natale: Confesercenti-Swg, torna a crescere spesa per cenon

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
1
Stampa
pescheria_pesce_cenone“Torna a crescere la spesa per il cenone della Vigilia e per il pranzo di Natale. Nel 2015 le famiglie italiane spenderanno per i pasti della tradizione complessivamente 2,6 miliardi, con una crescita del 5,7% sul 2014, per una spesa media di 99 euro a famiglia”.

Lo rileva un sondaggio Confesercenti-Swg. “Ma sarà un Natale sempre meno ‘con i tuoi’: pur se l’82%trascorrerà il 24 ed il 25 dicembre a casa o presso parenti e amici, nel 2015 saranno ben 4,7 milioni coloro che taglieranno il panettone fuori”, evidenzia la nota.

Le cifre sul festeggiamento fuori dalle mura domestiche sono le più alte dal 2008, rileva l’associazione. “Ad aumentare saranno soprattutto le persone che festeggeranno al ristorante: quest’anno saranno il 5%, più di 2,3 milioni, una quota più che doppia rispetto al Natale passato.

All’incirca lo stesso numero di persone festeggerà&hellip in trasferta: il 3% (1,4 milioni) in vacanza in Italia, mentre il 2% (circa 900 mila italiani) all’estero. Ma c’è anche un altro 2% di italiani che passerà le feste di Natale lavorando per assicurare i servizi essenziali”.

Tuttavia fa notare Confesercenti “a crescere più di tutti, però, sono gli italiani che rinunciano del tutto alle celebrazioni. Quest’anno le persone che hanno scelto di non festeggiare saranno il 6%, una percentuale che corrisponde a circa 2,8 milioni di persone, il triplo dello scorso”.

Tornando a chi invece festeggia, l’organizzazione spiega che se la spesa media per famiglia, dedicata ai pasti della tradizione, è di 99 euro, sul territorio si notano differenze: “a spendere di più saranno i nuclei familiari del Mezzogiorno e delle Isole (118 euro), dove evidentemente la tradizione è più forte. A spendere di meno, invece, saranno le persone del Nord (83 euro in media a famiglia)”

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

1 COMMENTO

  1. e torna a riempirsi il portafoglio dei commercianti, con pesce scongelato magari, visto che dei cartellini obbligatori per alimenti non c’è neppure l’ombra! Il Natale è la festività del popolo pagano-cattolico. Una festività che si fa beffe della verità, dei dettami di Dio e vede una massa di persone sgomitare per mangiare, bere e spendere soldi!

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.