Caso Soget: l’opposizione attacca il Comune, faccia a faccia con il Sindaco

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
9
Stampa
cartella_SogetIl caso Soget non tende a placarsi, anzi. Ad alzare l’asticella delle polemiche
sugli avvisi di accertamento dei tributi ricevuti da migliaia di salernitani ci pensano i consiglieri comunali di opposizione che denunciano, a loro dire, una condotta discutibile da parte della società incaricata dal Comune di Salerno di scoprire evasori e violazioni. I consiglieri di opposizione fanno riferimento anche ad un documento del 31 dicembre nel quale il settore tributi del Comune di Salerno chiede di “esaminare la correttezza della condotta tenuta dalla Soget al fine di verificare la sussistenza dei presupposti per l’eventuale adozione di azioni volte a tutelare l’amministrazione comunale dai danni, anche d’immagine, che potrebbero derivare dalla condotta della Soget”.

I consiglieri di opposizione ricordano ai contribuenti la possibilità di agire in autotutela e chiedono al sindaco di sospendere tutti i pagamenti relativi agli accertamenti. Un po’ di tensione si è vissuta in mattinata nei corridoi del Comune prima della conferenza programmata con i consiglieri di centrodestra (escluso Cammarota) che si sono recati negli uffici del Sindaco per chiudere udienza a Vincenzo Napoli. Dopo aver suonato più volte al campanello della segreteria personale del primo cittadino, decidono di bussare con le mani. Il Sindaco facente funzione vistosamente infastidito li ha fatti entrare nella stanza e dopo un acceso dibattito udito anche da alcuni giornalisti presenti all’esterno è stato fissato un incontro convocato per lunedì.

Intanto l’Amministrazione è convinta che l’80% dei contribuenti sia in buona fede. Partendo da questo presupposto il comune è pronto a mettere in campo tutte le azioni possibili per scoprire gli evasori e al tempo stesso per tutelare chi agisce secondo le regole, pensando che sia giusto modificare il regolamento delle entrate nella parte che prevede il cumulo giuridico come sanzione massima moltiplicata per tre. Gli accertamenti della Soget hanno colpito molti cittadini. Per andare incontro a chi pensa di aver ricevuto richieste di pagamento ingiustificate, è possibile procedere in autotutela, così come previsto dal Comune già dal marzo scorso.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

9 COMMENTI

  1. Un commento pacato ma che vorrebbe una risposta da qualcuno di questi “oppositori” a oltranza. Dovremmo prima di tutto metterci daccordo quando diciamo che le tasse le pagano solo i “fessi”, è vero o no? Perchè sono contro a prescindere dalla correttezza o meno delle richieste? Dimenticano forse che in questi accertamenti è previsto un congruo margine di errore, che mette tutti i cittadini onesti al riparo da ogni sorpresa, a meno che non ci siano delle grosse divergenze che quindi portano a rilevanti evasioni fiscali. E’ queste persone che si vuole difendere? O è un semplice calcolo elettoralistico e populista?

  2. Caro Antonio, il mio appartamento è di 92 mq e per questa superficie pago la TARES. Dopo quello che chiamano “accertamento” mi è stato recapitato un malloppo di raccomandate dal 2009 al 2013 in cui la superficie del mio appartamento, secondo SOGET, è diventata di 121 mq. Pertanto mi viene chiesta la differenza rispetto a quanto versato, oltre a sanzioni, interessi, spese di notifica e aggio!!!! Stiamo parlando di una differenza di 29 mq!!!! Altro che evasori, qui ci troviamo di fronte ad un’amministrazione che sta autorizzando truffe e furti e nessuno fa una piega, anzi credo che godano come ricci mentre il cittadino deve dimostrare le proprie ragioni! Ma è normale tutto questo? Ed è normale che di fronte a tanti errori l’amministrazione non spiega cosa sta succedendo? Il servetto che siede a palazzo di città invece di parlare e far capire, si chiude nel suo studio e rifiuta ogni confronto ed ogni spiegazione! E’ normale?

  3. Per carità divina alle prossime elezioni votate chi vi pare ma non chi rappresenta questo sistema da più di 20 anni e campa sulla pelle dei salernitani !!!

  4. Anni fa quando eravamo in piena crisi rifiuti ricordo che dal Comune (che era sempre lo stesso di oggi) GIURAVANO che con la differenziata avremmo pagato tutti di meno, che non ci sarebbero più stati i cassonetti per strada, che tutto sarebbe stato bellissimo. Ora paghiamo cifre vergognose, rifiuti per strada, davanti ai portoni e ai negozi praticamente tutta la giornata, pulizia delle strade praticamente assente (nelle vere città europee e non solo le strade addirittura si lavano con cadenza settimanale)…..che vergogna

  5. Ho sempre detto che l’eccessiva pressione fiscale, soprattutto in materia di Tarsu è sempre stato l’unico ma grave neo di questa amministrazione, soprattutto quando come giustamente ha scritto chi mi ha preceduto che quest’amministrazione ha SEMPRE promesso che con la raccolta differenziata le tasse diminiuivano, se poi si usa il trucco dei mq gonfiati allora c’è la chiara strategia che ormai ogni mezzo è lecito per tartassare i cittadini per avere delle entrate in più, ma poi mi chiedo ma la soget è una società privata che ha l’obiettivo non di recuperare le tasse ma creare profitti perchè allora il comune non introduce un sistema trasparente di recupero crediti?Mii auguro che tutti coloro che faranno il ricorso lo vincano e che in questa campagna elettorale l’argomento della eccessiva pressione fiscale sia affrontato, complimenti a Nino Cammarota unico che sa fare opposizione sulle cose serie, altro che chiancarellai e 5 stelle, ma a proposito loro su questo fatto che dicono? Patetici e Ridicoli se bisogna saper governare è altrettanto vero che bisogna saper fare opposizione.

  6. perchè un cittadino che ha una casa più piccola della tua dovrebbe pagare quanto te? In base a quale principio di equita? La tua casa è di 29 mq più grande? devi pagare di più. O no?

  7. e ricorda che per tutti gli anni prescritti per i quali ha pagato di meno, hai evaso le tasse

  8. anonimo 14:41, forse non hai capito quello che ha scritto “Un cittadino salernitano”, eppure è chiaro: “il mio appartamento è di 92 mq e per questa superficie pago la TARES”.

    Quindi da quello che si legge l’accertamento è sbagliato, oppure è fatto sulla base di stime; fino a prova contraria non possiamo dire che “Un cittadino salernitano” sia un evasore ma dobbiamo credere che lamenta un errore da parte della soget.

    Nel mio caso ho dovuto presentare all’ufficio un documento del Comune di cui il Comune era in possesso da 40 anni.. la mappa del mio appartamento, rimasto immutato da 40 anni appunto .. e hanno fatto il calcolo su quello.. C’erano discordanze, ma in 40 anni sono cambiate parecchie leggi.. prima veniva data importanza ai vani, poi ai mq, poi ai componenti del nucleo, etc, e tutto questo in misura sempre differente.. quindi andiamoci piano a dire che il cittadino X è un evasore. Nel mio caso per lo meno c’è stato qualcuno al Comune che per 40 anni non ha visto la piantina del mio appartamento (al centro e in un condominio di 30 appartamenti, quindi non potevo aggiungere stanze!)

    P.S. per quale motivo dobbiamo dare in gestione questi servizi ORDINARI a società private, S.p.A. addirittura?!? una “sinistra” non dovrebbe sostenere il “pubblico”?? la società privata non penserà a guadagnarci?? (legittimamente, per carità! ma…)

  9. Ma vi rendete conto di quello che scrivete lo stato sbaglia ed il cittadino è evasore? Se il comune aveva nel suo archivio un documento che certificava la metratura dell’appartamento di un certo numero e da una nuova planimetria e la metratura risulta diversa di chi è la colpa? In ogni caso il cittadino è vittima della mala amministrazione, sia se era sbagliata prima che era conteggiata a 92mq sia se è sbagliata adesso che è risultata 121, se era sbagliata prima non puoi chiedere arretrati in quanto la mancanza è stata del comune non del cittadino, inoltre chi mi dice che che non ci sia l’intenzione di rivedere al rialzo la metratura degli appartamenti come scusa per fare cassa dato che magari il cittadino preferisce pagare piuttosto che fare costosi ricorsi? Ma possibile che quando andiamo a parlare di questi argomenti si debba ragionare sempre per tifoserie, dando ragione a prescindere alla propria parte, dietro queste situazioni ci sono delle storie e dei problemi ed invece di solidalizzare con chi è vittima di questa gestione sciagurata ci dividiamo in tifoserie.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.