Cava de’Tirreni: nel segno di Settima Spizzichino il ricordo della Shoah dell’Amministrazione

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
shoa_CavaNel segno di Settima Spizzichino, il ricordo della Shoah dell’Amministrazione comunale. Assente per un attacco influenzale il vicepresidente dell’Associazione Nazionale ex Deportati, Aldo Pavia, la manifestazione che si è tenuta a Palazzo di Città, condotta da Manuela Pannullo, ha visto l’attenta partecipazione degli alunni delle scuole medie cavesi. Dopo il saluto del sindaco, Vincenzo Servalli, che ha ricordato la fondamentale importanza per la democrazia stessa, mantenere vivo e trasmettere alle nuove generazioni il ricordo dell’olocausto e delle aberrazioni cui può arrivare l’essere umano quando i totalitarismi mandano in corto circuito la politica e quindi il confronto democratico, Angela Benincasa ha tratteggiato la figura della Spizzichino ed il suo rapporto con la Città di Cava de’ Tirreni, che considerava la sua seconda casa e che nel 1998 le ha conferito la cittadinanza onoraria.

L’assessore alle Politiche sociali, Autilia Avagliano, ha ricordato come la Shoah fonda le sue radici nella esclusione, intolleranza, fino alla eliminazione fisica dei diversi e come sia necessario perseguire i valori della inclusione sociale e del rispetto, che devono essere capisaldi anche dell’insegnamento fin dalla giovane età. La presiedente del Consiglio comunale, Lorena Iuliano, ha ribadito l’impegno di tutta l’Assise cittadina, affinché la Città di Cava de’ Tirreni mantenga sempre vivo il ricordo di Settima Spizzichino e con esso la bandiera della tolleranza e della democrazia.

Ai ragazzi è stato mostrato il racconto filmato della deportazione e degli orrori di Auschwitz vissuti dalla Spizzichino, estratto dal film documentario “Nata 2 Volte”, mentre le attrici Brunella Piucci e Lucyana Polacco, del gruppo “Temprart” di Clara Santacroce,  hanno recitato alcune scene tratte da “L’Istruttoria” di Peter Weiss e l’attore Andrea Adinoldi ha interpretato la storia di Lucette tratta da “Memorie ebraiche”. A corredo della manifestazione anche la mostra fotografica sulla Shoah curata dalle Associazioni, Agorà Anpi, D’Altrocanto e Radio Vostok.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.