Salerno: tra rifiuti e degrado casa cantoniera trasformata in dormitorio per stranieri

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
6
Stampa
Casa_cantoniera_Salerno_1La Casa Cantoniera, una palazzina abbandonata da anni di Via Eugenio Caterina a Salerno diventata dormitorio per extracomunitari. La segnalazione arriva da un cittadino della zona che ci porta a conoscenza di come l’edificio, sito a pochi passi dalla linea ferrata, da alcune settimane è diventato dormitorio di stranieri che transitano nello stabile a tutte le ore del giorno, spesso in evidente stato di ebbrezza. “Questi soggetti – ci scrive Paolo L. – spesso camminano lungo i binari diventando un pericolo per se stessi e gli altri oltre allo stato di degrado che stanno causando alla zona”.

Casa_cantoniera_Salerno_2

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

6 COMMENTI

  1. sono essere umani…ah già dimenticavo…molto meglio fare i paladini degli animali…!!

  2. e quando avete costruito le case lungo i binari….ve ne siete fottuti della sicurezza e dell’ambiente, quando avit’ aizato e’ palazz…!!

  3. per andate pulite lavate
    è per gente che pensa come te cioè da comunista ottuso che siamo invasi da questa marmaglia altro che esseri umani se ci tieni tanto ospitali a casa tua

  4. puoi venirci anche tu….vedi quanto è aperta! Concordo comunque con 16.44 il problema sicurezza non se lo sono posto quando hanno sventrato l’ambiente e costruito i palazzacci a ridosso dei binari….era progresso economico quello??

  5. ma sapete che le case cantoniere erano per la manutenzione della linea ferroviaria in questo caso o dell’anas, per la manutenzione appunto, della sede stradale? anni ed anni fa, non c’erano tanti ipotetici vincoli come oggi, quindi di cosa diamine parlate? informatevi prima di sparare sentenze stupide ed alquanto inopportune!

  6. Cantonate!..
    ma sapete cos’è una casa cantoniera? pare di no..
    è una casa ad uso degli operai che si occupano della manutenzione di strade e ferrovie; dove volete che sia se non al lato di strade e ferrovie?!?.. mah

    sono diffuse sulle strade (ormai ex) statali ANAS (società pubblica creata nel 1928) ma piuttosto, io mi focalizzerei sulla distruzione del patrimonio pubblico italiano, strade e ferrovie, dato in gestione o svenduto a privati.. (gruppo Benetton in primis); da chi? perchè? che senso ha “dismettere” un deposito per la manutenzione delle strade??!? sarà che le strade non hanno più bisogno di manutenzione essendo perfette???!…

    p.s.: Paolo, dove ha scritto che è comunista? da cosa lo deduci? io leggo solo che ha parlato di animali e della “grande sensibilità” di molti quando c’è il gattino o il cagnolino maltrattato mentre poi quando ad essere maltrattato è un uomo tutto è normale e passa la notizia nell’indifferenza; che c’entra il comunismo?

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.