A3, Iannuzzi: «No al pedaggio sulla Salerno – Reggio Calabria»

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
3
Stampa
Casello_Autostrada_Pedaggio“Procedono rapidamente i lavori sulla Autostrada A3, allo stato già’ completati per oltre 360 km, fra i quali già’ da qualche tempo tutti i 120 Km della tratta salernitana e campana.

Per dicembre prossimo i lotti calabresi, attualmente in corso di esecuzione, saranno completati.

Dobbiamo concentrarci, come indicato giustamente dal Presidente del Consiglio Renzi, unicamente  sulla rapida ed efficiente conclusione di questi lavori.

Rimangono, invece, tutte le ragioni che da sempre hanno motivato la mia ferma ed argomentata contrarieta’ ad ogni eventuale ipotesi di introduzione del pedaggio sulla tratta salernitana della Autostrada. Difatti la A3 svolge non solamente funzioni tipiche di una infrastruttura autostradale, ma anche quelle proprio della viabilità per così’ dire ordinaria, essendo l’unica vera via di collegamento fra diversi Centri della provincia e la Città’ di Salerno.

Il pedaggio non può’ essere previsto, quando, come nel caso della A3, manca un adeguato e funzionale sistema di collegamento stradale alternativo alla Autostrada, che consenta di spostarsi e raggiungere i luoghi di destinazione  in tempi , comunque, idonei e ragionevoli.

Nel nostro caso, l’utilizzazione delle strade esistenti, in luogo della A3, richiederebbe tempi lunghissimi ed inaccettabili per i trasferimenti, con l’attraversamento insostenibile di numerosissimi centri abitati. Si pensi, ad esempio, a quante ore….occorrerebbero per raggiungere Salerno dal Vallo di Diano, così’ da Padula, Teggiano, Sala Consilina ed ancora ?

Ecco perché , ribadisco, non può’ e non deve essere introdotto il pedaggio. Ed in questo senso, ove mai  la questione venisse inopportunamente riproposta, continuerò a battermi con ogni energia e convinzione in tutte le sedi,  come ho sempre fatto da anni sia sul tema dei lavori e dei finanziamenti per l’ammodernamento e la messa in sicurezza della “Autostrada del Mezzogiorno” la A3,  sia su quello del pedaggio”.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

3 COMMENTI

  1. Anche andare da Firenze a Bologna per via ordinaria non è uno scherzo. Eppure, nonostante l’inevitabile necessità dell’uso dell’autostrada, fin dall’inizio su quel tratto si è pagato il pedaggio.
    Già quando la Salerno-Reggio Calabria era poco più che una superstrada, sarebbe stato opportuno introdurre un pedaggio, sia pure di minore entità, anche per non avallare che si elargiva un … regalo al sud depresso. Ora che sta assumendo le caratteristiche di una vera autostrada, non è più giustificabile che sia toll-free. Per le spese di manutenzione è necessario che contribuiscano in primo luogo gli automobilisti che la usano.

  2. e allora vi copio il mio commento di qualche giorno fa sullo stesso argomento:

    “benissimo, adesso il prossimo passo tipico del centro-centrosinistra, privatizzare! che sarebbe svendere ai privati i quali ci installeranno bellissimi caselli tramite i quali avremo la gioia di pagare anche qui e per la seconda volta, visto che lo Stato, quindi tutti noi, ha pagato l’opera. Si dirà che è normale pagare! peccato che lo Stato ha messo i soldi per costruire e il privato prende i guadagni.
    Questa è storia, basta leggere i giornali riguardo le autostrade a pagamento in giro per l’Italia. Andremo anche in questo caso ad aiutare il gruppo Benetton e magari qualche altra grande azienda estera..”

    avete, perchè ve la hanno inculcata in anni di capitalismo fallito, un’idea completamente errata di Stato e di Pubblico. Uno Stato che sia tale, con una banca e una moneta, non ha bisogno di chiedere soldi al cittadino per un semplice motivo: il cittadino i soldi non li può avere se prima lo Stato stesso non glieli dà! quindi è lo Stato che provvede alle spese di pubblica utilità. Debito pubblico, tasse che servono a pagare i servizi, etc, sono tutte balle per giustificare la svendita ai privati-amici del settore pubblico. L’andamento dell’economia ne è la prova (con tutte le privatizzazioni, le austerità e i tagli al pubblico volute da Monti e dai criminali internazionali in giacca e cravatta.. non è cambiato NULLA, anzi è tutto peggiorato, a partire dal debito pubblico al nuovo record storico..)

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.