Paestum: International Fireworks Fair IX Edizione dal 26 al 28 febbraio

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Fuochi_Capodanno_Salerno_10La pirotecnica Italiana si Incontra dal 26 al 28 febbraio 2016 alla IX edizione di International Fireworks Fair di Paestum (Sa)

Inaugura venerdi 26 febbraio 2016 alle ore 16.00 preso l’Hotel Clorinda di Paestum la IX edizione di International Fireworks Fair – il Meeting internazionale della pirotecnia, in programma fino a domenica 28 febbario 2016.

Decine le aziende che saranno presenti con un proprio corner espositivo, alcune delle quali saranno anche le protagoniste delle dimostrazioni pirotecniche che nella serata di sabato 27 febbraio illuminerrano i cieli della nota località turistica. Dimostrazioni pirotecniche che verrano anche realizzate in chiave diurna domenica 28 febbraio alle ore 13.00

La manifestazione, organizzata dalle Associazioni Nazionali di Categoria AnispAsspi e Assogiocattoli e con il patrocinio del Comune di Paestum, ospiterà seminari, incontri formativi e dibattiti per l’intera durata della Kermesse.

“International Fireworks Fair”, l’unica fiera al mondo dedicata all’affascinante mondo dei fuochi d’artificio, si riconferma un punto di riferimento indispensabile per il settore. Ospiterà oltre 20 tra le più importanti aziende nazionali impegnate a produrre, commercializzare ed importare le attrezzature e i servizi specifici per il comparto, ma offrirà anche una vetrina dei principali prodotti tecnologici utilizzati dai maestri pirotecnici.

Novità di quest’anno è una maggiore presenza di tecnologie e di attrezzature per il comparto, con un vasto repertorio che include centraline di ultima generazione, mortai di tutte le dimensioni realizzati anche in materiali innovativi, oltre che stampi sempre più funzionali. I professionisti e i tecnici troveranno, dunque, a International Fireworks Fair le nuove soluzioni in fatto di macchinari, materiali e impianti in grado di dare le risposte migliori. Anche in questa edizione, oltre agli stand, la fiera si animerà di dimostrazioni diurne e notturne e di incontri seminariali.

 

Nobile Viviano (ASS.P.I.):

 

“Sabato affronteremo il tema che è sul tavolo di discussione della Commissione Consultiva Centrale per le sostanze esplodenti del Ministero dell’Interno: la sicurezza nelle fabbriche di fuochi d’artificio.

Gli incidenti registrati nel 2015 impongono da parte di tutti una riflessione seria, un’analisi attenta che parte dagli aspetti strutturali delle nostre fabbriche fino ad arrivare ai processi di produzione il tutto con l’obiettivo di individuare eventualmente misure efficaci ed efficienti per ridurre sempre di più la possibilità di accadimento di incidenti e circoscrivere il più possibile i danni da questi causati.

Avremo un confronto tra noi rappresentanti della categoria con tutti gli enti preposti alla materia, saranno presenti infatti il Dr. De Rosa del Ministero dell’Interno, il ten. col. Dario Porfidia del ministero della difesa, l’ing. Vincenzo correggia del ministero dello sviluppo economico, l’ing. Michele Mazzaro del Corpo nazionale dei vigili del fuoco e il Dr. Luigi Bagnato esperto di sicurezza nelle fabbriche di fuochi d’artificio”

 “Domenica parte il nostro progetto di contrasto delle ordinanze generiche di divieto di utilizzo ed in alcuni casi addirittura di vendita dei fuochi pirotecnici in occasione di capodanno. A nostro parere queste ordinanze sono assolutamente illegittime tanto più quando le si associano a motivazioni legate ai danni che possono causare ad animale o all’ambiente. Infatti, i nostri prodotti per essere immessi sul mercato devono necessariamente superare dei rigidi test che ne valutano oltre ai requisiti di sicurezza in senso stretto anche il livello di rumorosità e di potenziale inquinamento.

Le ordinanze emesse nel 2015 da parte di circa 800 comuni italiani hanno causato un calo delle vendite che in alcuni casi, soprattutto nel nord Italia, ha toccato il 40%. Noi dobbiamo fermare questo trend negativo ed è per questo che le associazioni di categoria Asspi e Anisp unitamente ad Assogiocattoli, Assoarmieri, Confesercenti/ coordinamento degli importatori e Mivass domenica a Paestum redigeranno un progetto comune che prevederà una serie di iniziative, anche di carattere legale, che si metteranno in campo per fronteggiare la problematica che se non ridimensionata farà registrare anche dei grossi danni sotto il profilo occupazionale

 Al termine dell’incontro avremo anche i rusultati di un referendum interno alla categoria relativo alla compravendita online dei fuochi d’artificio introdotta con il D.L.vo 123 a luglio di quest’anno; noi come associazioni di categoria ci siamo dal primo momento dichiarati contro tale nuova modalità di vendita che porterebbe ad una sensibile riduzione della della sicurezza garantita  invece dalla tradizionale vendita al banco.”

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.