Atto Aziendale Azienda Ospedaliera, Cisl Salerno: Tutti vissero felici e contenti…non proprio tutti!

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
1
Stampa
Pasquale_Passamano_CISL_Salerno“Dopo una lunga attesa, con determinazione, nel silenzio sommesso della politica provinciale e con qualche sussulto sporadico del politico di turno, siamo giunti a conclusione di un percorso lungo e tortuoso, che ha portato all’approvazione dell’atto aziendale dell’Azienda Ospedaliera Universitaria di Salerno. L’atto aziendale segna la piena integrazione dell’attività ospedaliera con le attività di didattica, di ricerca e di assistenza della Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università degli Studi di Salerno. La missione dell’Azienda, alla luce del nuovo atto aziendale, si qualifica per le seguenti macro-funzioni: – Funzione didattica; – Funzione di ricerca di base e clinica; – Funzione assistenziale.

Un atto che, in parte e di fatto, cambia la missione dei presidi Ospedalieri di Cava de’ Tirreni, di Mercato San Severino, di Ravello e del Da Procida di Salerno. Si è arrivati ad una vera e propria “Città della salute”, articolata su tutti e cinque i plessi ospedalieri che compongono l’Azienda Ospedaliera Universitaria, in cui ciascun P.O. conseguirà una vocazione di laboratorio per lo sviluppo scientifico-assistenziale: – Cava de’ Tirreni (Santa Maria dell’Olmo), oltre alle attività del sistema di emergenza urgenza vengono affiancate attività di elezione di alta specialità, quali chirurgia generale e d’urgenza e anestesia. – Mercato San Severino (Il Gaetano Amico Fucito), in virtù della vicinanza alla sede del Campus di Baronissi, sarà la sede elettiva delle sperimentazioni nel campo dell’integrazione tra Didattica, Ricerca e Assistenza. Oltre al corso di laurea in Odontoiatria sono previste anche le seguenti strutture universitarie: Chirurgia Generale, Otorinolaringoiatrica, Chirurgia Maxillofacciale, Odontostomatologia, Medicina Legale.

Previsto inoltre un forte finanziamento per la ripresa strutturale, in particolare del plesso dove ubicare Odontoiatria e per il Pronto Soccorso. – G. da Procida di Salerno sarà la fucina delle sperimentazioni nell’ambito della riabilitazione; – Ravello (Il Costa d’Amalfi), dovrà svolgere non solo un ruolo di assistenza sanitaria per i residenti ma anche svolgere un ruolo di “garanzia” per le attività turistiche che rappresentano un potenziale enorme per l’economia di tutto il territorio, provinciale e regionale. Nei prossimi giorni chiederemo un incontro al Rettore e al Commissario Straordinario dell’Azienda Ospedaliera per avanzare la richiesta di istituire dei centri di ricerca presso i presidi ospedalieri di Mercato San Severino e Cava de’ Tirreni. All’incontro solleciteremo anche la nomina dei componenti dell’Organo di Indirizzo. Abbiamo evitato, in questi anni, di proporre una rivendicazione puramente localistica, sostenendo la coniugazione delle attuali strutture sanitarie dell’area salernitana con una realtà di alto livello formativo e scientifico, per consentire a tutto il sistema sanitario ospedaliero, un salto di qualità e la formazione di una nuova classe medica di primissimo ordine.

Tutto è migliorabile, anche attraverso qualche critica, a condizione che le critiche rappresentate non siano frutto di qualche “attesa” personale successivamente “disattesa” e che procuri quindi risentimento in qualcuno. Da parte nostra c’è solo una preoccupazione legata alla chiusura contemporanea dei reparti di ginecologia presso i presidi ospedalieri di Cava de’ Tirreni e Mercato San Severino, con i relativi trasferimenti presso il “San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona” di Salerno. Il trasferimento dei reparti non significa automaticamente il trasferimento dei pazienti. In effetti potrebbe verificarsi che una parte della popolazione, data la vicinanza geografica, si sposti, ad esempio, presso l’Umberto I di Nocera Inferiore. In tal caso potrebbe verificarsi un affollamento non previsto, con enormi problemi organizzativi, presso questo presidio e il contemporaneo “esubero” di personale preso il Ruggi… visto che molte volte “la matematica è anche opinione”!!!

Lo scrive in una nota Il Segretario Generale Cisl Salerno Pasquale Passamano

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

1 COMMENTO

  1. non è stato citato il raddoppio della struttura di cardiochirurgia… cosa che campeggia su tutte le prime pagine dei giornali. un aggravio di spesa che serve solo per creare nuove poltrone e vanificare il risparmio effettuato tagliando altri reparti. Avete idea quanto costa raddoppiare un reparto di cardiochirurgia? informatevi resterete sbalorditi dell’assurdità

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.