Giustizia, Cirielli (Fdi-AN): ‘Bene Davigo, serbono nuove carceri’

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Edmondo_Cirielli_discorso“I dati pubblicati dall’Istat sulle denunce di reati contro il patrimonio, che fotografano la difficoltà di scoprire i colpevoli, dovrebbero far riflettere il ministro della Giustizia, Andrea Orlando, e spingerlo ad intervenire”. È quanto dichiara Edmondo Cirielli, deputato salernitano di Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale, responsabile nazionale del Dipartimento Giustizia del partito. “Solo in tre casi su cento per gli appartamenti svaligiati si scoprono i colpevoli – aggiunge -, mentre per i borseggi il responsabile finisce davanti al giudice solo due volte su cento nel primo anno di indagini. Un quadro che ci spiega perché in Italia c’è poca recidiva per le misure alternative. Se gli autori venissero individuati si verificherebbe che i reati sono commessi sempre dagli stessi delinquenti, spesso mentre usufruiscono o di misure alternative alla detenzione o di sconti di pena”.




“È evidente – sottolinea Cirielli – che il ministro Orlando debba lavorare innanzitutto su questo. Dovrebbe stare sempre e soprattutto dalla parte delle vittime. Certo, dalla sua, ha l’assoluta incapacità e inutilità del dicastero di Alfano, vera manna per tutti i delinquenti d’Italia, ma gli ricordo che il governo è lo stesso”. “Lo ripetiamo da tempo e oggi lo evidenzia anche il presidente dell’Anm Piercamillo Davigo – conclude –. Servono nuove carceri, anche perché con l’emergenza immigrazione i Paesi con una repressione penale più debole importano il crimine. L’unica cosa che il Pd di Renzi continua a fare, invece, è quella di alzare la soglia per l’ingresso in carcere e di scarcerare anticipatamente i delinquenti, grazie agli svuotacarceri, offendendo i cittadini onesti e le vittime dei reati”.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.