Ravello: un progetto di recupero del monastero Santissima Trinità

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Palazzo_Tolla_Ravello_ComuneUna giornata di studio per la presentazione del progetto di recupero e valorizzazione degli scavi archeologici del monastero Santissima Trinità, quella in programma sabato 30 aprile, alle ore 17, presso l’auditorium di Villa Rufolo, a Ravello, promosso dall’amministrazione comunale e dal Centro Universitario Europeo per i Beni Culturali.

Dopo i saluti di Paolo Vuilleumier, sindaco di Ravello, Paolo Imperato, presidente dell’associazione Ravello Nostra, Alfonso Andria, presidente del Centro Universitario Europeo per i Beni Culturali e Maria Giovanna Riitano, direttore del Dipartimento di Scienze del Patrimonio Culturale dell’Università degli Studi di Salerno, seguiranno gli interventi di Rosa Fiorillo, docente di Archeologia Medievale all’Università di Salerno, Pasquale Palumbo, assessore all’Ambiente del Comune di Ravello, Rosa Zeccato, responsabile Utc del Comune di Ravello, e dei tecnici Pio Manzo, Salvatore Amato, Luigi Criscuolo, Pasquale Ruocco, Arianna Villani e Maria Carla Sorrentino.




“Il monastero Santissima Trinità rappresenta un importante tesoro della nostra città – spiega il sindaco Vuilleumier – Il progetto che presenteremo sabato, è il frutto della forte sinergia con enti, istituzioni ed il mondo dell’associazionismo ravellese, che hanno costituito un tavolo di lavoro, coordinato dal Centro Universitario Europeo con la partecipazione del Comune di Ravello, per verificare le possibilità di valorizzazione del sito. Un complesso situato sul percorso che da piazza Duomo conduce a Villa Cimbrone e che potrebbe dunque diventare un’ulteriore occasione di attrazione turistica.

Di qui la costituzione di una Ats partecipata dal Comune di Ravello, dalla Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici di Salerno ed Avellino, dal Dipartimento di Scienze del Patrimonio Culturale dell’Università di Salerno, dal Centro Universitario Europeo per i Beni Culturali e dall’associazione Ravello Nostra che ha beneficiato di un finanziamento di 200mila euro, ottenuto a seguito della partecipazione all’ avviso pubblico bandito dal Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale della Presidenza del Consiglio dei Ministri, con la finalità di coinvolgere i giovani fino a 35 anni in progetti di enti ed organizzazioni del privato sociale, al fine di incentivare l’ottimizzazione e la fruizione dei beni pubblici da parte della collettività”.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.