‘Panorama d’Italia’ a Salerno, il saluto del direttore Giorgio Mulè

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
giorgio-mulè-salerno“Quando alla fine del 2014 Panorama d’Italia venne a Salerno per la prima volta, volle raccontare, un’immagine diversa del Sud, come una Napoli felice, o non umiliata, secondo la definizione di Vittorio Sgarbi. Insomma, una città meridionale capace di rappresentare un’alternativa positiva e possibile ai mali endemici del nostro Mezzogiorno.

Perchè Salerno è effettivamente un modello, che convinceva e convince. Dal novembre del 2014 ad oggi, purtroppo, la lunga crisi italiana, che imperversa con particolare durezza al Sud, ci ha illuso di essere prossima al termine ma non è ancora finita.

Un salernitano illustre come Vincenzo De Luca, allora sindaco, è passato da Palazzo di Città alla Regione Campania, e sta dispiegando le sue strategie che meritano attenzione e rilievo, pur nelle inevitabili gradualità o carenze; un altro salernitano illustre, che pure – come il governatore – intervistammo nel 2014, Vincenzo Boccia, è stato chiamato a presiedere tutti gli industriali d’Italia, è a capo della Confindustria. Possiamo dire, tra il serio e il faceto, che Panorama d’Italia ha portato fortuna a questi due leader?

Di certo, anche il messaggio che Boccia lanciò allora e ho riascoltato in questi giorni suona ancor più valido oggi. Fare impresa, disse il neopresidente di Confindustria, significa saper trasformare i vincoli in opportunità. Una visione molto giusta, e stimolante.

E’ evidente che l’Italia ha un deficit di competitività, è evidente che questo deficit  al Sud è particolarmente acuto, ma siamo pur sempre il secondo Paese manifatturiero d’Europa, grazie ad una concentrazione di competenze, saperi e passioni che fanno del nostro capitale umano – imprenditoriale e professionale – un patrimonio unico, che merita di essere considerato tra i migliori del mondo, se non il migliore. Se con tutti i vincoli che abbiamo siamo in grado di cogliere tante opportunità, chissà che cosa saremmo capaci di fare con meno vincoli.

Ed è appunto ricordarci chi siamo e cosa sappiamo fare, con l’aiuto delle eccellenze che un territorio ricco e identitario come questo sa esprimere, la vocazione primaria di Panorama d’Italia: ricordarci chi siamo per attingere alla tradizione le risorse con cui sostenere e interpretare l’innovazione necessaria. Qui a Salerno, qui nella stupenda provincia che visiteremo con una sosta a Paestum e una a Ravello, siete in grado di innovare nella tradizione meglio di tanti altri. Sarà per una gioia per noi incontravi, raccontarvi e confrontarci in questi giorni

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.