Battipaglia, liceo classico: la sindaca Francese replica a Cariello

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
ceciliafranceseIndirizzo classico a Battipaglia. Dopo le polemiche del primo cittadino di Eboli Massimo Cariello non si fa attendere la risposta della sindaca di Battipaglia Cecilia Francese. Una risposta da dare al territorio e alle numerose istanze presentate dalla popolazione.

«Una richiesta alla Provincia che parte dopo aver ascoltato e raccolto le istanze delle mamme battipagliesi – afferma la sindaca Cecilia Francese -. Un atto sollecitato dal dirigente scolastico del liceo Enrico Medi e preso in considerazione da quest’amministrazione che intende rendere fruibile e completa la rete scolastica locale. Nessuna polemica con il collega Massimo Cariello. Ci siamo confrontati e avvieremo a breve un tavolo tecnico che possa permetterci, insieme agli altri sindaci di rispondere alle reali esigenze del territorio. Non credo a mio avviso che si costituisca una frammentazione o una sovrapposizione dell’offerta formativa. Credo possa nascere dal confronto con i sindaci una visione completa della richiesta attiva sul territorio inquadrata nell’ottica comune dell’apertura e della fattibilità progettuale. Non siamo a favore dell’esclusività, siamo garantisti di un miglioramento che possa mantenere alto il livello formativo e possa creare meno disagi possibili ai nostri studenti».

Nelle intenzioni della giunta comunale non c’è nessun campanilismo di sorta rispetto a questa iniziativa.

«Nessun campanilismo, quindi, ma l’idea di far crescere l’offerta di servizi per tutta la Piana, sulla base di una progettualità condivisa – continua la prima cittadina di Battipaglia -. Sul terreno scolastico e formativo, come su quello sanitario e quindi dei nostri ospedali con la revisione del piano regionale; come su quello economico con la richiesta alla Regione Campania del riconoscimento dell’area di crisi industriale; come su quello della fascia costiera rilanciando il progetto della Costa del Sele, o della mobilità. Dai problemi dello svincolo dedicato per l’area  industriale al problema dell’alta velocità o alla stessa questione della zona industriale o della costituzione del sub ambito per la gestione del ciclo dei rifiuti. Dobbiamo guardare alla crescita della intera Piana, dobbiamo essere capaci come amministrazioni di mettere in campo. Un progetto complessivo per l’intera area. In questa logica  si pone la nostra proposta sul terreno scolastico che ci viene contestata».

 

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.