Lotito e la multiproprietà: l’amante non diventerà mai la moglie

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
16
Stampa

salernitana-trapani-2016-10-lotitoQuello che tutti sapevano ora è realtà: in caso di promozione in Serie A Lotito dovrà lasciare la Salernitana e con lui dovrà farlo anche Marco Mezzaroma cognato del patron e co-proprietario. E’ stato proprio Lotito a sottolineare la questione in modo pacato ma fermo ribadendo soprattutto un concetto che suona come il bollo su una sentenza in Cassazione: “lo abbiamo sempre detto fin dall’inizio”. Lotito dunque la sua scelta l’ha fatta e non ora. Alla Lazio Lotito non rinuncia, almeno per ora ed ecco che il destino del club granata sembra segnato. Salerno non potrà andare oltre la Serie B con questa proprietà a meno che non ci siano facoltosi acquirenti in grado di mettere sul tavolo non meno di 15 -20 milioni di euro.




Già perchè tanto vale in B oggi la Salernitana e Lotito non ha intenzione di vendere e soprattutto svendere. Non è più il tempo degli avventurieri nel calcio quando bastava una firma, o una scrittura privata per defilarsi o acquistare per conto di terzi. Oggi nel calcio, come in ogni impresa che si rispetti vige la trasparenza e dunque ogni atto va tracciato e certificato. O si mettono i soldi sul tavolo o non si rileva un bel niente. Ad oggi questa è la situazione. O ci si accontenta di seguire un film conoscendo già il finale oppure non resta che crogiolarsi nel campo dei se e dei ma senza cavare un ragno dal buco. Oggi la Salernitana è un po’ come l’amante che non diventerà mai la moglie del patron nonostante sia di gran lunga più attraente e passionale della squadra che ha deciso di potare all’altare.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

16 COMMENTI

  1. Meritiamo di sognare, meritiamo di veder una proprietà che faccia tornare anche i bambini allo stadio, ( vergognoso far pagare la curva 14 euro ad un fanciullo di 4 anni ). Senso di appartenenza e di sviluppo non c’è e non ci sarà. Mi auguro di cuore che qualche imprenditore serio possa un giorno uscire allo scoperto e prendersi la Salernitana con un progetto lungimirante e di sviluppo. Non possiamo fare un campionato sapendo in partenza che non si va in A,

  2. Per tutti quelli di sopra… e per la redazione che pare ciurlare nel manico, cioè si diverte a fare questi articoletti per cerebrolesi per aizzare la piazza contro la società. Lotito ha semplicemente detto che se si va in A dovrà cedere la società, cosa che ha detto fin dall’inizio, non escludendo affatto di andare in A. Non ha detto scordatevi la A. Poi se secondo l’articolo in B vale 15\20 milioni in A ne varrà di più e quindi se deve vendere avrebbe tutto l’interesse a portarla in A. Poi a voi giovani generazioni io non vorrei parlarvi di Presidenti lontano nel passato: dei Gagliardi, fuggito in Venezuela per bancarotta fraudolenta, e ne dei Iapicca, che promettendo mare e monti prese 5.000 voti a Salerno con un partito (PSDI) che ne prendeva forse 500..ma vi cito gli ultimi 2 che cavolo anche i 15enni di adesso ricorderanno:Lombardi Gel e Catricalà, scuorno infacca. Poi fate voi: caso mai se ne dovesse andare per fare posti a chi a chi a chi c’è il deserto intorno alla Salernitana……e ribadisco che per me nato al Vestuti e per quel che ho visto in 50 anni di “storia!!!!” dico parafrasando il grande Edoardo: “Lotito me padre a me”. P.S.: redazione NON censurat eperchè con questi articoli state a ciurlare… ma dai ma dai ma dai

  3. Per ora Lotito è l’unico imprenditore italiano ad aver avuto le palle per rilevare e risollevare la Salernitana dal fallimento. Se avete il nome di qualche altro imprenditore, fatelo adesso, evitando di sparare cavolate. Sono quarant’anni che seguo la Salernitana e ricordo perfettamente quando in serie A fischiavamo persino Aliberti, e da qualche parte della tifoseria qualcuno gridava addirittura: «cosa aspettarsi da un napoletano». La storia si ripete ogni volta. Al momento l’alternativa è che se la prenda il Comune di Salerno e fare in modo che la domenica andiamo a vedere all’Arechi il derby tra Salerno Calcio e US Arbostella. Quest’anno la Salernitana farà un campionato decente e se come pubblico continueremo a essere presenti come sempre, prima o poi la squadra sarà appetibile per qualche imprenditore, spero italiano e non cinese. Pensate che la città di Milano, sicuramente non priva di imprenditori, ha entrambe le squadre made in China. Quindi riteniamoci fortunati, almeno per ora. Anche a me sarebbe piaciuta una società interamente made in Salerno (in passato sognavo come presidente colossi come il pastificio Amato o la centrale del latte di Salerno), ma sapete benissimo quanto è diventato difficile oggi fare impresa in Italia. A me Lotito piace anche se essere paragonati all’amante mi fa un po’ male. L’unica cosa che mi rincuora è che per l’amante si spendono solitamente molti più soldi che per la moglie, e la Salernitana è una bellissima amante, la nostra amante. Quante domeniche ho dovuto inventare scuse per lasciare gli ospiti a pranzo e correre all’Arechi, sfidando pioggia, grandine e tafferugli. La Salernitana è da sempre l’amante di tutti noi e non la lasceremo mai sola, almeno qui nell’agro. Saluti da Gerardo da Nocera.

  4. Per quelli pro Lotito. Ma ve lo ha detto chiaramente io in serie A non vi porto, non vi vendo ma mi servite .Siamo come un marito che vuole procreare ma la moglie non vuole avere figli.Contenti voi……..

  5. Cari figli di Lotito, nostalgici e patetici spettatori di uno spettacolo dal finale già scritto (ed io purtroppo tra questi spettatori), se il caro Mentore latino, in occasione dell’acquisizione della società dalle mani del sindaco, avesse detto a tutti noi, cari tifosi sappiate che NON andrete oltre la serie b, col cazzo che oggi se la ritroverebbe tra le mani, l’amante! Se ricordo bene, all’epoca, si parlava di un progetto che avrebbe portato Salerno, nel giro di pochi anni, in serie A. E sempre all’epoca, non era il solo a voler rilevare la Salernitana. Ad oggi, siamo spettatori di un teatrino dal finale scontato. Playoff? E poi? Sconfitta decisa nella stanza dei bottoni? Credo che, finalmente, sia chiaro a tutti l’incredibile SUPERCAZZOLA perpetrata ai nostri danni. E a chi ancora, temerario, sostiene ingenuamente che qualora dovessimo andare in A venderebbe, chiedo: perché non vende ORA E SUBITO? La società è in ATTIVO! Poveri illusi…

  6. Cari Amici chi si accontenta code, adesso stiamo in serie “B” e codiamoci il calcio, prima o poi tutti i nodi vengono al pettine.
    Forza Salernitana

  7. HAAA Ferro fatti tu le tue illusioni ,tu e tutti quelli che pensano come te … va’ buon accussi , sara’ pure antipatico Lotito pero’ e grazie a lui e a Mezzaroma che ti vedi la B … intanto … se no ti andavi a vedere la Longobarda ,con tutto il rispetto per la citata tu tieniti le tue che noi ci teniamo le nostre di illusioni .e per chiudere ti dico che si sapeva da subito che era anche presidente della Lazio ( altro popolo di ingrati )e che mai la lasciava , quindi di che parlate ,di aria fritta !

  8. tutti a canta “che vuoi che sia in ogni categoria, io non vivo senza te” ed ora attaccati unicamente alla serie b!!!Vergogna io tifo granata non la serie..e il vero tifoso capisce che la netta presa di posizione di lotito è un danno.Punto non c’è nient’altro da aggiungere

  9. Cari amici, non ci fasciamo la testa in anticipo, La Salernitana come ogni società è teoricamente sul mercato, (al giusto prezzo anche Moratti e Berlusconi vendono).
    Chi eventualmente riterrà possibile , affascinante e magari appetibile fare meglio dell’attuale proprietà- e saprà cosa significa come impegno in tutti i sensi – si farà avanti con la sua offerta.
    Intanto andiamo avanti e vediamo dove arriviamo. Se sarà appetibile il movimento di noi tifosi lo sarà anche la Salernitana.
    Forza Ragazzi intanto, sotto con la Spal.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.