Rapine tra Salerno e Napoli, arrestate 8 persone

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
5
Stampa
paranza_di_scampiaNella mattina odierna, a Napoli, Salerno e Sarno, i carabinieri del Reparto Territoriale di Nocera Inferiore, supportati da quelli del Comando Provinciale di Napoli, hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare – emessa dal GIP del Tribunale di Nocera Inferiore, su richiesta di questa Procura – nei confronti di 8 pregiudicati, ritenuti responsabili, in concorso tra loro, di rapine pluriaggravate e ricettazione.

Il provvedimento restrittivo scaturisce dagli esiti di ulteriori approfondimenti investigativi condotti dalla Sezione Operativa del citato Reparto Territoriale nell’ambito di un’indagine avviata nell’agosto 2015, che ha portato all’individuazione di un gruppo criminale dedito alla commissione di rapine in danno di uffici postali e istituti di credito, con base operativa nel quartiere partenopeo di Scampia.




Il 14 dicembre 2015, erano state già eseguite 7 misure cautelari nei confronti di altrettante persone, indagate per associazione per delinquere finalizzata alle rapine e lesioni personali, poiché ritenute responsabili della rapina commessa il 18 agosto 2015 a un ufficio postale di Salerno (Matierno ), nel corso della quale era rimasta ferita una donna che aveva riportato lesioni guaribili in 10 giorni.

In particolare, nel prosieguo dell’attività investigativa, svolta attraverso metodi tradizionali supportati da attività tecniche e mirati servizi dinamici, resi ancor più difficili a causa del contesto territoriale, i carabinieri sono riusciti a documentare le responsabilità degli 8 arrestati odierni in ordine a ulteriori tre rapine, di cui:

– due consumate all’ufficio postale di Sarno il 28 aprile 2015 e alla filiale della Banca Popolare dell’Emilia Romagna di Roccapiemonte il 22 maggio 2015;

– una tentata all’ufficio postale di San Marzano sul Sarno il 4 luglio 2015.

Inoltre, nel corso delle indagini sono stati acquisiti anche gravi indizi di colpevolezza a carico degli indagati con riferimento alla ricettazione delle due autovetture utilizzate per la rapina di Sarno e la tentata rapina di San Marzano sul Sarno, risultate oggetto di furti avvenuti in provincia di Napoli.

I NOMI ARRESTATI:

1.   PERROTTA Giovanni 44enne di Napoli;

2.   PERROTTA Sabatino 41enne di Napoli;

3.   DI TOTA Salvatore 43enne di Napoli;

4.   MANZO Ferdinando 59enne di Sarno (arresti domiciliari);

5.   PAPPAGALLO Salvatore 40enne di Napoli;

6.   ROBUSTELLI Pasquale 52enne di Sarno;

7.   SCOTTO Nicola 26enne di Napoli;

8.   SOMMA Salvatore 45enne di Napoli.

COMUNICATO UFFICIALE CARABINIERI – PROCURA

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

5 COMMENTI

  1. Un muro..questo ci vorrebbe appena.dopo cava.. una bella frontiera chi vuole entrare deve dire ke.ci viene a fare

  2. secondo me dovrebbero fare una barriera subito dopo cava un muro, con tanto di dogana chiunque vuole passare deve dare le dovute motivazioni

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.