De Luca a Radio 24 torna sulla proposta dei 200 mila posti di lavoro

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
5
Stampa
de-luca-mezzogiorno-sud“Liberiamoci dell’ideologia del pubblico impiego vista permanentemente come luogo della parassitismo”. Lo ha detto Vincenzo De Luca, presidente della Regione Campania, parlando della proposta di 200mila persone da assumere nella Pubblica amministrazione per i giovani del Mezzogiorno, intervenuto alla trasmissione Mattino 24 su Radio 24.

“Ho lanciato questa proposta anche per cominciare a svegliare chi dorme in questo Paese – ha affermato – chiarendo ovviamente che non ho nessuna intenzione di fare demagogie o gonfiare la pubblica amministrazione di parassiti ma partendo da dati reali”.

“I dati sono questi abbiamo 500.000 posti di lavoro in meno rispetto al 2008, un tasso di immigrazione di 100.000 giovani che se ne vanno ogni anno dal sud e il 10% della popolazione sulla soglia di povertà – ha aggiunto – I tempi che abbiamo per mettere in movimento gli investimenti dei fondi europei prevedono che il primo cantiere se partiamo oggi apre tra un anno e mezzo”.

“Veniamo da 10 anni di blocco del turn-over, abbiamo la situazione degli enti locali e degli enti pubblici che oggi è segnata da un invecchiamento drammatico, da una dequalificazione drammatica – ha proseguito – Amministro una regione nella quale abbiamo deciso di passare da 42 società partecipate a sette e questo per dire che siamo sulla via di una assoluto rigore, però quello che serve serve”. De Luca ha ricordato che la proposta prevede delle retribuzioni graduali: da 900 euro in forma di stage il primo anno, passando per 1100 euro nel secondo anno, fino ad arrivare a 1300 euro. E, ha rimarcato che la proposta è rivolta a giovani laureati e diplomati “con il massimo dei voti”.

“Tutta l’operazione, se calcoliamo 1100 euro al mese come retribuzione media, vale 2,800milioni di euro”. 800.000.000″. “I principali bersagli della mia proposta – ha risposto in merito alle critiche che gli sono state mosse – sono i radical chic e la sinistra ottusa che abbiamo anche nel mio partito”.

“Quando ho fatto la proposta, i primi che hanno cominciato a fare i conti sostituendo si è ragione dello stato sono stati proprio a sinistra – ha concluso – Poi c’è stato Grillo che ha chiesto: ‘Dove prendi i soldi?’. Gli volevo dire: ‘Prendo un quinto dei soldi che mettevi tu per il reddito di cittadinanza concesso a tutto il mondo, pinguino'”.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

5 COMMENTI

  1. Giusto, ha ragione De Luca, bisogna liberarsi dell’idologia del posto statale e fisso, però ovviamente vale solo per voi, misero popolino, e non certamente per i figli per cui è auspicabile un nomina ben retribuita a spese dei cittadini.
    E’ per questo che ha nominato assessore il secondo genito, al comune, e si sta prostituendo all’inverosimile con Renzi per cercare di sitemare a Montecitorio in una lista bloccata il primo genito che, secondo la legge Severino, non può essere nominato al comune dato che dovrà rispondere di bancarotta fraudolenta.
    Ovviamente è anche contro il reddito di cittadinanza perchè, con lo stesso, si perderà il potere ricattatorio incentrato sul lavoro, dei politici rispetto ai cittadini disperati, che tecnicamente si chiama voto di scambio.
    Quindi ricapitolando, meglio promettere di schiavizzare i giovani laureati (900 €/mese senza retribuzione straordinari) e poi non mantenere ed al che neanche Renzi, bugiardo seriale unanimamente riconosciuto, se l’è sentita di appoggiarlo, che fare una politica strutturata che crei realmente occupazione.
    IoDicoNO

  2. Proposta alla de luca. Solo la sua mente perversa potava partorire proposte del genere. Posti da fame per i diplomati e laureati con il massimo deii voti…questi (purtroppo) vanno all’estero per farsi valere e non farsi prendere in giro da chi la politica la usa a suo piacimento e convenienza con tanto di nepotismo acclarato. Una sfattaccine da far rabbrividire. Anche per lui bisogna votare NO il 4 dicembre.

  3. … per essere più reale del re bisogna spararla come minimo 5 volte più grossa. Dai Viciè tu si che si capace. Fallo subito o mai più

  4. MA MI FACCIA IL PIACERE….

    TOTÒ NON SBAGLIA MAI.

    RIDICOLO manco i fondi dei contributi hai sbloccato

    Ti darei vivere come me senza casa e senza euro ne lavoro

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.