Morte Lino Trezza, Gallozzi: «Campagna per sicurezza nel Porto di Salerno»

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
8
Stampa
incidente_porto_2“A nome mio personale e di tutti gli operatori portuali – ha dichiarato il presidente dell’Associazione per la Tutela e lo Sviluppo del porto di Salerno – esprimo, con grande commozione, profondo cordoglio per la tragica scomparsa di Lino Trezza. La nostra comunità è attonita di fronte al gravissimo incidente accaduto nella tarda serata di martedì 22 novembre. In questo momento il nostro pensiero affranto va prima di tutto ai suoi familiari intorno ai quali ci stringiamo addolorati”.

“Il nostro impegno per la sicurezza e la tutela dei lavoratori all’interno dello scalo portuale – ha sottolineato Gallozzi – è senza alcun dubbio la priorità assoluta e prevalente, alla base di ogni ragionamento sulle dinamiche di crescita o di decrescita dei traffici. Né sarebbero minimamente accettabili letture strumentali di quanto è purtroppo, accaduto da parte di chicchessia.

Il Porto, come luogo di lavoro, è presidiato tutti i giorni dalle Istituzioni competenti, Capitaneria, Autorità Portuale, Polizia, che proprio in materia di sicurezza svolgono con grandissima dedizione un compito attento e capillare. Deve prevalere, come per la verità constatiamo già da tempo, il senso delle responsabilità di tutti e di ciascuno di noi. Ben vengano, quindi, gli accertamenti e gli approfondimenti tecnici che le Autorità Inquirenti hanno predisposto. Ogni aspetto dell’episodio di martedì scorso va chiarito fino in fondo”.

“Riteniamo – ha aggiunto Gallozzi – che sul versante della sicurezza tutti sono chiamati a fare la propria parte: imprese, sindacati ed istituzioni. La sicurezza sul lavoro è un valore fondante ed inalienabile, sul quale siamo tutti massimamente impegnati. Dobbiamo però sempre pensare che si possa fare ancora di più.  La sfida si vince o si perde insieme: non ci sono parti e controparti in campo.

Sarebbe una lettura sbagliata e fuorviante. Assotutela si farà promotrice una riunione specifica con le forze sindacali, con l’Autorità Portuale e l’Autorità Marittima per condividere ogni iniziativa utile per avviare una nuova grande campagna di sensibilizzazione e di formazione alla sicurezza, nella consapevolezza che l’unità di intenti resta l’unica strada per migliorare sempre di più le condizioni di un ambiente di lavoro di per sé complesso e non privo di rischi come lo sono tutti i porti del mondo”.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

8 COMMENTI

  1. iniziate a mettere in sicurezza il viadotto GATTO pieno di buche e guardarail divelti e a far rispettare i limiti di velocità

  2. Sicurezza all’interno dell’area portuale ??? NON ESISTE NESSUNA SICUREZZA, è una chimera ed una bufala….Si lavora SEMPRE fuori norma; Solo che spesso è andata bene, ma quando, come in questo caso ci scappa l’incidente mortale, tutti cominciano a SPARLARE a vanvera di sicurezza.

  3. Si investa nell’ automazione dei carrelli e delle gru, un bel giro turistico nel porto di Amburgo e Rotterdam e’ altamente consigliabile a chi parla a vanvera..

  4. Quando sono stato consigliere comunale ho più volte tentato di far capire che il porto, cosi dove e come è collocato, è un pericolo per chi ci lavora e non solo. Ho tentato di spiegare che i porti si costruiscono a terra e non a mare. Ho cercato di spiegare che è un porto prigioniero della città e che a sua volta imprigiona Salerno, e che delocalizzarne il sito sarebbe stato un affare. La mancanza di spazio è la prima causa della mancanza di sicurezza. Non sono riuscito a far capire che se questo porto non fosse commerciale ma turistico, sarebbe l’approdo turistico più grande del mediterraneo, o quasi. Questa, come tutte le altre che l’anno preceduta, è una morte annunciata e, purtroppo, non sarà l’ultima.

  5. Concordo pienamente con Antonio La Monica.
    al posto di quell obrobrio chiamato porto commerciale che non solo rovina l immagine del paesaggio ma crea solo disagi.
    erano bellissime le spiagge di una volta.
    purtroppo ormai è troppo tardi
    prima o poi anche il porto finirà

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.