Salerno: diventa madre a 43 anni dopo fecondazione assistita

Stampa

Il 16 gennaio nasce Viola, una splendida bimba. Incontenibile la gioia della    mamma Ilaria Salvetti di anni 43 di Napoli , coniugata, docente di matematica. Finito un calvario durato diversi anni ; la paziente affetta da sterilità era stata  sottoposta a ben 11 tentativi di tecniche  di fecondazione assistita e solo quando ogni speranza sembrava svanita è arrivato questo splendido dono. La signora, ricoverata nel Reparto di Gravidanza a rischio dell’Ospedale Ruggi di Salerno “diretto dal dr. Raffaele Petta, in diverse occasioni poiché aveva presentato minaccia di parto prematuro,fu sottoposta a taglio cesareo poiché la bimba si presentava nel bacino in modo anomalo, con il podice e non con la testa.




L’intervento fu eseguito dal dr. Raffaele Petta,dal dr. Mario Polichetti con l’ostetrica Venus Buonaiuto. L’anestesia fu condotta dalla dr.ssa Flora Minichino coadiuvata dal Caposala della Sala Operatoria della Maternità,dr. Luigi Giorgio con gli Infermieri Santonicola Gerardo e Bernardo Tilde. Nacque Viola, una bellissima bimba del peso di Kg. 3,080 ,lunga 47 mm., con una circonferenza cranica di 35 mm. La particolarità di questo parto consiste nel numero di tentativi di fecondazione assistita, ben undici, cui la paziente è stata sottoposta. Quando tutte le speranze erano svanite con il trasferimento dell’ultima blastocisti è arrivata Viola!!

Le gravidanze adesso sono sempre più frequenti in donne con età superiore ai 40 anni; questo espone la gravida a maggiori rischi di patologie cardiovascolari, diabete, parto prematuro etc. per cui devono essere seguiti con particolare attenzione. “Voglio rivolgere un ringraziamento a tutta l’équipe della Gravidanza a rischio ed al Direttore Generale, Avvocato Nicola Cantone,al Direttore Sanitario, dottore Nicola Silvestri ed al Direttore Amministrativo,dottore Oreste Florenzano che ,come mi è stato riferito,tanto si stanno spendendo per potenziare il Reparto di Gravidanza a rischio che ha risolto e sta risolvendo tante patologie molto complesse ed a volte disperate della gravide di Salerno e Provincia e non solo ”afferma la signora Salvetti”.

6 Commenti

Clicca qui per commentare

  • tata: penso si riferisca al fatto che un cesareo viene pagato come un’operazione chirirgica mentre un parto normale no.. e quindi viene fatto il cesareo anche quando non sarebbe necessario, per il solo guadagno dei medici.

  • controllate le misure indicate per la circonferenza cranica e la lunghezza della neonata.
    ????

  • non mi sembra un evento eccezionale! i soliti noti malattia di protagonismo…e smettetela…è il vostro lavoro ! nessuno vi darà più del niente che meritate!!!!

  • La fecondazione è avvenuta in maniera privata.
    Stanno facendo solo pubblicità al medico.
    Andate a controllare lo stidio,le cartelle etc…poi vediamo.
    Ennesima coppia che ha fatto il mutuo perché è caduta nelle sue mani.
    La fecondazione é GRATUITA

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – [email protected] Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.