Se l’anticipo di B tra Bari e Brescia ferma pure i treni

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Tony Damascelli su Il Giornale.it racconta quanto accaduto ieri in Puglia e sul trasporto via ferro a causa dell’anticipo di serie B tra Bari e Brescia vinto dai padroni di casa per 2 a 0. Il rientro a casa di 60 tifosi bresciani ha determinato delle ‘variazioni’ nell’orario di alcuni treni. Ecco il racconto.

L’Intercity notte 752 in partenza da Lecce alle 21.20 sul binario 3 ferma a Brindisi, Ostuni, Fasano, Monopoli e arriva a Bari Centrale alle 23.05.

Ripartirebbe, secondo l’orario ferroviario ufficiale, alle 23.09, con soste a Molfetta, Bisceglie, Trani, Barletta, Foggia, Pescara, Ancona, Rimini, Bologna Centrale, Modena, Reggio Emilia, Parma, Piacenza, per arrivare a Milano Centrale alle 9.30 del mattino successivo. Ho scritto ripartirebbe perché ieri sera, stando al comunicato delle Ferrovie dello Stato (italiano), il suddetto convoglio ha aspettato la fine dell’anticipo del campionato di serie B tra Bari e Brescia, disputato allo stadio San Nicola.

L’attesa non era dovuta al tifo del capostazione o del capotreno ma alla necessità di far salire in carrozza i sessanta tifosi bresciani che altrimenti sarebbero stati costretti a trascorrere la notte fuori casa, all’addiaccio, in qualche albergo di fortuna, nella sala di attesa, questo appunto il nome, della stessa stazione.

La decisione è stata presa dal Prefetto, dopo aver concordato con FS la soluzione ideale, considerata l’impossibilità ad anticipare il fischio, non quello del capostazione ma dell’arbitro. Tutta roba vera, non uno scherzo di carnevale ma proprio un treno in sosta non meglio precisata, per venire incontro alle esigenze di quel gruppo di appassionati bresciani.

Alle Ferrovie dello Stato (italiano) non interessa dunque il programma di viaggio delle altre centinaia di passeggeri già a bordo del treno o pronti a salirvi nelle stazioni successive. Ferrovie dello Stato aveva comunque informato che sarebbero stati garantiti ai passeggeri i diritti previsti dal regolamento europeo, con rimborsi in caso di ritardo.

Il football ha le sue buone ragioni e la serie B diventa primaria almeno sui binari nazionali. Questa sì che è efficienza, senza la consonante D iniziale, questo si che è servizio, direi privato nel pubblico.

Mentre andiamo in macchina (nel linguaggio giornalistico si usava dire così) e non in treno, non conosciamo il risultato della partita e nemmeno l’eventuale ritardo della ripartenza, quella dell’Intercity. Il traffico attorno allo stadio è imprevedibile, nemmeno san Nicola potrebbe fare il miracolo di accelerare le pratiche di evacuazione dell’impianto, zona curva.

Fonte Il Giornale.it

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.