Presunta Meningite alla Scuola Calcedonia, bimbo in Ospedale

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
3
Stampa
Un bambino di 7 anni che frequenta la scuola elementare Calcedonia, a Salerno, è stato ricoverato all’Ospedale Ruggi per una sospetta meningite. La notizia si è diffusa in poco tempo tra i genitori dell’Istituto scolastico, preoccupati per i loro figli e per l’eventuale profilassi. Si tratterebbe di una forma di meningite non aggressiva che si sarebbe determinata per una infiammazione ad un orecchio.

Avviata la profilassi per tutto il personale della scuola e gli alunni della sua classe, che sono in tutto 18. «Restiamo tranquilli – dice la preside della Calcedonia Amato -. Stanotte la scuola resta con le finestre aperte».

LA SCUOLA RESTA APERTA. LA DECISIONE DELL’ASL. La scuola elementare Calcedonia di  Salerno rimarra’ aperta nonostante il caso di sospetta meningite  che avrebbe colpito un bimbo di sette anni, alunno  dell’istituto. A confermare l’apertura del plesso e’ stata la  dottoressa Maria Grazia Panico, direttrice del Servizio  Epidemiologia Asl Salerno.
‘È necessario tenere la scuola aperta proprio per monitorare,  per i prossimi dieci giorni, la salute dei bambini – spiega -. I  locali sono gia’ stati puliti e aerati, come previsto in questi
casi e come mi ha assicurato la stessa dirigente scolastica. È  stata avviata immediatamente la profilassi per tutti quegli  alunni che hanno avuto contatti stretti con il bimbo malato’.
‘Stiamo parlando dei suoi compagni di classe e di tutti quei  bambini che frequentano la medesima mensa. Si stanno contattando  i familiari per avviare le dovute profilassi da parte dei  pediatri e dei medici di famiglia”, conclude.

LA NOTA UFFICIALE DEL RUGGI.  Questa mattina alle ore 6,30, si è presentata al pronto soccorso pediatrico del plesso Ruggi dell’ A.O.U. una mamma con bambino di sette anni con febbre a 38,8, otalgia e nausea con vomito. Il personale medico di turno alla visita ha riscontrato rigidità nucale, dolore alla schiena in posizione seduta e petecchie sugli arti superiori e sul tronco.

Sospettando una forma di meningite, è stata chiesta visita infettivologica e, nel contempo,  è stato attivato il protocollo del caso.  Confermata dallo specialista la sospetta meningite, il bambino è stato trasferito al reparto Malattie infettive di questo nosocomio dove resta ricoverato in stato di osservazione.

Del caso sono state informate subito anche le autorità sanitarie territoriali competenti per le procedure del caso.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

3 COMMENTI

  1. Altra classe, stessa mensa! Nessuna comunicazione! Nessuno ci ha detto nulla.
    Lo zero assoluto….

  2. personalmente sono andato a prendere un bimbo che frequenta quella classe 3 ore prima della normale uscita avendo saputo già qualcosa da fonti che non hanno nulla a che fare ne con l’ASL che con la scuola e fino a questo momento che sono passate circa 7 ore mio figlio non ha eseguito nessuna profilassi ne tantomeno noi genitori siamo stati informati di alcunchè.
    complimenti a tutti gli addetti per la gestione di quest’emergenza….

  3. è evidente che non c’è nessuna emergenza. è solo allarmismo pro-vaccini, i quali vaccini tra l’altro non esistono per tutte le meningiti, batteriche e virali. i casi in italia sono assolutamente nella norma e vi faccio notare che molti titoli sono di questo tipo “presunta”, “sospetta”.. ma poi quando il tutto di risolve con “non era meningite” o anche “non era del tipo infettivo” nei giornali la notizia è completamente assente. al momento i morti per meningite in italia, quest’anno, in questa “eccezionale emergenza” mi risulta che siano ..zero.. ma magari me ne è sfuggito qualcuno. in italia in media ogni anno i casi sono circa 8-900: ne avete visti più di 900 fino ad ora?? uno qui, uno là.. a parte il focolaio toscano, per il resto è tutto nella norma o addirittura al di sotto.
    Sarebbe auspicabile che PRIMA di pubblicare notizie del genere ci fosse almeno la certezza degli esami tossicologici: al momento siamo ancora al semplice “sospetto”.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.