Visita fiscale Inps, 7 ore di reperibilità tutti i giorni

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
7 ore al giorno per tutti a disposizione del medico fiscale, compresi festivi e domeniche, anche nel caso in cui la visita sia stata già effettuata: questa è la principale novità, relativamente alla riforma della visita fiscale, auspicata dal Presidente dell’Inps, Tito Boeri. In un convegno tenutosi alla Camera in data odierna, difatti, il Presidente ha ribadito, riguardo alla visita fiscale, che «non ha senso che ci siano differenze fra pubblico e privato». Al momento, però, le diversità persistono: i lavoratori privati, difatti, sono a disposizione del medico dell’Inps per 4 ore giornaliere, mentre i lavoratori pubblici devono essere reperibili per 7 ore.

 Lo scrive il sito laleggepertutti.it  Con il decreto Madia, in arrivo a metà febbraio, si interverrà proprio sulle visite fiscali, le cui fasce orarie verranno rese omogenee, mentre i controlli verranno resi più efficaci grazie a un “cervellone” informatico dell’Inps, in grado di individuare le situazioni più “a rischio”.

Inoltre, col nuovo decreto, l’Inps potrà eseguire direttamente i controlli sulle malattie dei dipendenti pubblici: non saranno più, dunque, le Asl ad effettuare le visite.

Resta, però, il nodo delle risorse che dovranno essere stanziate per consentire all’Inps di prendere in carico le nuove funzioni. Ma come funziona la visita fiscale, allo stato attuale? Facciamo un breve punto della situazione.

Visita fiscale: come funziona

La visita fiscale consiste in un accertamento sanitario effettuato da un medico dell’Inps, o dell’Asl, inviato presso il domicilio indicato dal dipendente. Per la visita fiscale sono indicate determinate fasce di reperibilità, valide sin dal primo giorno di malattia, anche per le domeniche ed i giorni festivi, nelle quali il lavoratore si deve rendere disponibile e consentire l’ingresso del medico nell’abitazione.

Gli orari della visita fiscale, nel dettaglio, sono i seguenti:

  • dalle 10 alle 12 e dalle 17 alle 19 per i lavoratori del settore privato;
  • dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 18 per i lavoratori pubblici.

Col decreto Madia, saranno previste delle nuove fasce orarie di reperibilità, pari a 7 ore e uguali per tutti: ancora, però, non si conoscono gli orari nel dettaglio.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.