Il valore della rete, la rete dei valori ( Tony Ardito)

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Mi ha molto colpito e per più ragioni la storia di una adozione definita 2.0, una vicenda difficile che ha per protagonisti 5 fratellini dell’Arkansas sull’infinito palcoscenico del web. Sono stati tolti alla madre un anno fa e dichiarati adottabili separatamente, ognuno per la sua strada in famiglie diverse e lontane chissà quanti chilometri. È ciò che questi bambini non vogliono.

Dopo l’allontanamento dalla famiglia il loro unico pensiero è stato restare uniti tutti sotto lo stesso tetto, tutti insieme con un’altra mamma e un altro papà che li sappiano amare senza dividerli.

Il sito online del Kansas City Star, ha dato voce al loro desiderio. L’annuncio “Famiglia cercasi” ha scatenato la rete, raccogliendo in poche ore il click di migliaia di coppie pronte ad accogliere i cinque fratelli.

Bradley, il maggiore, ha 11 anni e ama la musica; Preston, 10 anni, adora la natura e il football; Layla 8 anni, appassionata di hip hop; London, 6 anni, colleziona Pokémon e Olly, 2 anni, la piccola di casa, non parla, ma chiede le coccole.

Vogliono una vita normale e internet sta rendendo tutto più facile. L’immediatezza della rete ha permesso agli assistenti sociali di individuare rapidamente le potenziali famiglie fra le tantissime che hanno dato la loro disponibilità. Una adozione a portata di click, l’iter è avviato.

Questa bella storia, per la quale il lieto fine pare sia ormai alle soglie, mi induce tuttavia a pensare che sempre più spesso veniamo attratti da ciò che in qualche modo riesce a suscitare clamore, richiama la curiosità, mentre invece, presi dai problemi e da noi stessi, non cogliamo il disagio e le mille sofferenze di chi ci sta accanto.

Se da un lato il web è divenuto necessario al nostro quotidiano, per lavorare, apprendere, conoscere, approfondire e perché no, socializzare ed interagire più agevolmente, dall’altro non deve catalizzare la nostra attenzione al punto da divenire il luogo in cui far fluttuare l’assoluto.

Internet è senza dubbio un prezioso strumento; utilizziamolo con equilibrio ed intelligenza per attingere alla smisurata fonte di informazioni di cui è capace e per fruire delle infinite diavolerie con le quali ci ammalia e seduce, ma non sostituiamolo al bisogno che la persona ha di vivere emozioni vere.

I nostri affetti concorrono a comporre un patrimonio di valori che certamente nessuno, se non le relazioni umane autentiche, potrà mai, mai mettere in rete.

 

editoriale a cura di Tony Ardito, giornalista

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.