Decesso del capo della Digos lucana Anna Esposito, la Cassazione archivia

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Anna Esposito la dirigente della Digos, originaria di Cava, trovata senza vita 16 anni fa nel suo alloggio di servizio, si è suicidata. Venerdì scorso, la Suprema Corte ha respinto il ricorso inoltrato dai familiari attraverso l’avvocato Angela Cisale ed ha confermato l’archiviazione del caso. A darne notizia il quotidiano Le Cronache oggi in edicola.

Il cadavere di Anna Esposito, 35 anni, fu trovato il 12 marzo 2001 nell’appartamento di servizio che la donna occupava, nella caserma “Zaccagnino” della Polizia di Stato, a Potenza. La prima ipotesi fu quella che Esposito si fosse suicidata, impiccandosi con una cintura alla maniglia di una porta.

Non si trovarono motivi che avrebbero potuto spingere Esposito a togliersi la vita, nè messaggi per spiegare il gesto.

 

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.