Lavoratori di Salerno Mobilità in agitazione: appena tre unità all’Arechi

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
3
Stampa
Il giorno 17 aprile , il servizio presso lo Stadio Arechi è stato svolto da tre unità, pertanto dei tre varchi ne è stato presidiato solo uno, quello principale.

Quanto pronosticato dalle Unità Sindacali nella nota del 29 marzo u.s. risulta ormai evidente e tangibile.

Inoltre in momenti cruciali, dove necessario ottimizzare le risorse con un servizio efficiente, ci troviamo impreparati.

A scriverlo in una nota inviata all’Amministratore unico di Salerno Mobilità Massimiliano Grimaldi le RSA Filt CGIL, CISL, UIL, CISAL

“Tutto ciò – si legge nella nota –  si traduce in disservizi e mancanza di entrate, almeno rispetto a quelle che potenzialmente potrebbero essere raggiunte. L’ esiguità di personale presente sul territorio: nell’ordinario ed in particolare in periodi come le Festività Pasquali, comporta che le zone di nostra pertinenza siano lasciate nella completa gestione di abusivi; ne consegue una maggiore difficoltà a combattere questo fenomeno.

La segnaletica orizzontale è ormai assente in quanto usurata su buona parte del territorio, anche ciò incide sull’ immagine della Società e naturalmente rappresenta un disservizio nonché una difficoltà oggettiva per gli Operatori adibiti al controllo.

In passato nei periodi di particolare emergenza, veniva impiegato a supporto del settore specifico, preposto alla segnaletica, personale che svolgeva altre funzioni: cosa che oggi sarebbe impossibile se si considera l’ esiguità di personale.

Il pronosticato utilizzo dei motocicli, indispensabile ed utile per la particolarità del servizio anche inerente ad un eventuale pronto intervento agli impianti delle stazioni della metropolitana e il raggiungimento di zone più periferiche, non va ad ovviare naturalmente quanto sopra esposto.

L’ utilizzo di una decina di lavoratori interinali avrebbe dato e darebbe sicuramente la possibilità di svolgere un’ attività più efficace e produttiva, a beneficio di un miglior servizio; ne gioverebbe anche l’ immagine di Salerno Mobilità e della città di Salerno, essendo noi una prima linea delle attività di ricezione.

Si chiede inoltre anche per motivi legati alla sicurezza, la sospensione del” servizio stadio”; a tale riguardo, mettiamo in evidenza che a distanza di mesi: nessuna delle soluzioni pronosticate nei vari incontri con la Dirigenza di Salerno Mobilità, con esponenti dell’ Amm. Comunale e delle Forze dell’ ordine, sono state adoperate; nemmeno quelle che dovevano essere attuate nel breve periodo.

In mancanza di tale provvedimento metteremo in campo tutte le azioni a noi consentite al fine della salvaguardia ed il rispetto dei lavoratori.

Le Rsa

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

3 COMMENTI

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.