Militare ucciso dall’Uranio, la moglie rifiuta i fiori dall’Esercito

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
3
Stampa
«Grande amore mio il nostro è solo un arrivederci, otto anni di matrimonio sono stati troppo pochi ma intensi.

Hai lavorato duramente per far sì che la nostra famiglia stesse bene e hai lottato fino alla fine per mantenerla unita. Ti amerò per sempre».

E’ il messaggio di Maria Forino moglie di Antonio Attianese il militare 38enne morto l’altro dopo essersi ammalato in missione. Attianese era da tempo impegnato in una strenua battaglia per far valere i propri diritti di soldato entrato fatalmente in contatto con l’uranio impoverito.

Il tumore che lo ha ucciso si è sviluppato dopo il periodo trascorso in Afghanistan e lo ha
logorato fino al tragico epilogo.  Attianese ha perso la vita nella sua casa; al suo capezzale gli
amici, i familiari e soprattutto la moglie che ora non perdona chi avrebbe potuto
fare qualcosa e manifesta troppo tardi la propria solidarietà.

Presso l’abitazione dell’ex ranger è stata recapitata dallo Stato maggiore dell’Esercito una corona di fiori, rispedita al mittente dalla moglie Maria. «Non ho bisogno della pietà di nessuno – ha ammonito – questo pensiero non potrà mai compensare 13 anni di assurdo silenzio da parte dello Stato».

Parole dure, ma testimonianza tangibile di un calvario reso ancor più insopportabile dall’impotenza, dalla consapevolezza, da parte di Antonio

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

3 COMMENTI

  1. La cosa più grave è lo Stato assassino, tutti gli alti vertici militari e i vari governi politici sapevano dell’uranio impoverito e soprattutto i nostri alleati americani che lo hanno sganciato con tante bombe nei vari teatri di guerra Kosovo,Afganistan,Iraq,etc………………ma se tassano anche gli eredi delle case distrutte dai recenti terremoti nel centro Italia di che cosa vogliamo più meravigliarci?

  2. una tristezza e rabbia immense, vedere le foto di questo ragazzo prime e dopo..
    è una vergogna, e i dati sui reali danni da armi radioattive, metalli pesanti, contaminazioni chimiche e anche vaccini in ambito militare sono ampiamente nascosti e sottostimati. Non si parla di casi isolati, ma di migliaia di uomini grandi forti e in ottima salute (certificata dal semplice fatto di occupare quelle posizioni)… riflettiamo su certa politica, tipicamente di finta sinistra, che da un lato manda i propri figli in guerra in quelle condizioni, non li protegge dalla radioattività, li obbliga a vaccinarsi, e dall’altro predica pace e amore e giustizia sociale… e infine li abbandona al loro destino.. purtroppo c’è un partito che ha sempre fatto esattamente questo, e continua.

  3. SI, ma quando arrestano quel Capitano e quei Sottufficiali che lo hanno pure intimidito? Perche il cosiddetto Grande GOVERNATORE invece di dire stro……… in tv non si interessa di questa famiglia invece di fotografarsi con la BOSCHI?

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.