Vaccini: quali fare per ciascuna età, le scadenze

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
5
Stampa
Le vaccinazioni rese obbligatorie per l’iscrizione a scuola devono essere tutte obbligatoriamente somministrate ai nati dal 2017.

Ai nati dal 2001 al 2016 devono essere somministrate le vaccinazioni contenute nel Calendario Vaccinale Nazionale relativo a ciascun anno di nascita. Ecco le vaccinazioni da fare per anno di eta’:

– NATI DAL 2001 AL 2004: devono effettuare (ove non abbiano gia’ provveduto) le quattro vaccinazioni gia’ imposte per legge (anti-epatite B; anti-tetano; anti-poliomielite; anti-difterite) e l’anti-morbillo, l’anti-parotite, l’anti-rosolia, l’anti-pertosse e l’anti-Haemophilus influenzae tipo b, raccomandate dal Piano Nazionale Vaccini 1999-2000.

– NATI DAL 2005 AL 2011: devono effettuare, oltre alle quattro vaccinazioni gia’ imposte per legge, anche l’anti-morbillo, l’anti-parotite, l’anti-rosolia, l’antipertosse e l’anti-Haemophilus influenzae tipo b, previsti dal Calendario vaccinale incluso nel Piano Nazionale Vaccini 2005-7.

– NATI DAL 2012 AL 2016: devono effettuare, oltre alle quattro vaccinazioni gia’ imposte per legge, anche l’anti-morbillo, l’anti-parotite, l’anti-rosolia, l’anti-pertosse, l’anti-Haemophilus influenzae tipo b, previste dal Calendario vaccinale incluso nel Piano Nazionale Prevenzione Vaccinale 2012-2014.

– NATI DAL 2017: devono effettuare, oltre alle quattro vaccinazioni gia’ imposte per legge, anche l’anti-morbillo, l’anti-parotite, l’anti-rosolia, l’anti-pertosse, l’anti-Haemophilus influenzae tipo b e l’anti-varicella, previste nel nuovo Piano Nazionale Prevenzione Vaccinale 2017-2019.

– TUTTE LE VACCINAZIONI OBBLIGATORIE SONO GRATUITE: per i nati nei periodi indicati sono gratuite tutte le vaccinazioni che si e’ obbligati ad effettuare, in relazione al Calendario vaccinale di riferimento. Le vaccinazioni sono gratuite anche quando e’ necessario ‘recuperare’ somministrazioni che non sono state effettuate in tempo.

– LE SCADENZE: per la fase di prima applicazione del decreto si prevede che entro il 31 ottobre 2017 per la scuola dell’obbligo e entro l’11 settembre per i nidi e scuole d’infanzia si presenti la documentazione relativa alla vaccinazione effettuata o in alternativa l’autocertificazione.

Inoltre: entro il 10 marzo 2018, nel caso in cui sia stata precedentemente presentata l’autocertificazione, deve essere presentata la documentazione comprovante l’avvenuta vaccinazione.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

5 COMMENTI

  1. come mai in Italia tutte questa vaccinazioni ed in genere in Europa nessuna? siamo diventati le cavie umane per le case farmaceutiche?

  2. Semplicemente in Europa si rispettano i calendari vaccinali senza tante storie..e le coperture vaccinali garantiscono l’immunità di gregge per i bambini impossibilitati ad eseguire i vaccini..solo in Italia tutti professori..

  3. concordo con Enzo.
    Franco, ti sbagli parecchio, informati. L’unico gregge è quello di coloro che ancora credono a questa storia dei vaccini degli ultimi mesi, non esiste nessuna pubblicazione scientifica che parla di questo 95%, è solo il numero che si è prefissata la casa produttrice per rientrare dell investimento.
    E quindi secondo te visto che mia zia centenaria è sorda dovremmo metterci tutti l’apparecchio acustico? Oppure mia nipote è allergica alle nocciole e dovremmo smettere tutti di mangiarle e toccarle?
    Poggiolini e De Lorenzo li conosci? pare di no. Esci dal gregge.

  4. 11.40, per poi arrivare agli anonimi stupidi che non avendo argomenti sparano nel mucchio, giusto perchè qualche sito o personaggio ha detto loro che il tema X è falso. Per i due temi indicati ci sono validissime spiegazioni, soprattutto per il primo (scie) ti voglio pure aiutare, anonimo ignorante: cerca “High Frequency Active Auroral Research Program” che è un progetto del governo Usa, non una fantasia.
    Sui vaccini esistono decine di migliaia di casi di bambini ammalati dopo aver dicevuto la vaccinazione, ma i medici si rifiutano di segnalare i casi adducendo motivazioni più disparate.
    E infine ricordo a quelli come te che i vaccini sui bambini NON sono sicuri perchè NON sono sperimentati o testati, per un motivo semplicissimo: i bambini NON possono partecipare a programmi volontari di sperimentazione!
    Mi sbaglio? OK, allora chiedo CHI, DOVE, COME e QUANDO ha sperimentato vaccini sui bambini! Aspetto risposta

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.