Piccolo Teatro del Giullare di Salerno: al via la stagione 2017/18

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Taglio del nastro per la Stagione 2017/2018 del Piccolo Teatro del Giullare di Salerno.
In scena proprio la Compagnia del Giullare con una delle tre nuove produzioni in cartellone.
Sabato 14, 21 e 28 Ottobre (ore 21) e Domenica 15, 22 e 29 Ottobre (ore 18.30), si aprirà il sipario su:
IL DIARIO DI ADAMO ED EVA
da Mark Twain
regia: CARLA AVARISTA
costumi: Stefania Pisano
consulenza scenica: Franco AlfanoElena Scardino
disegno luci: Virna Prescenzo
grafica: Andrea Bloise

Note di regia:
Adamo ama la solitudine. Adamo è indolente, concreto, un po’ rozzo, indifferente al panorama; non gli importa dei colori del cielo al tramonto, meglio controllare la frutta per testarne il grado di maturazione. Eva è ingenua, vitale, intraprendente, romantica; per lei il mondo è un incanto e va pazza per i colori. Parla, parla, parla in continuazione, e contrariamente ad Adamo, sente il bisogno di affibbiare nomi a tutte le cose: la rosa non può chiamarsi che rosa, i puntini luminosi nel cielo sono certamente le stelle; il biblico giardino diventa il Parco delle Cascate del Niagara. Difficile immaginarli più diversi (Adamo, infatti, ritiene di non aver perso nessuna costola); eppure i contrari sono destinati fatalmente ad attrarsi.

Lo scrittore americano Mark Twain concepisce i diari di questi illustri progenitori in due momenti distinti: “Il diario di Adamo” è del 1893, quello “di Eva” del 1905. Con fine umorismo carica i due malcapitati di tutti i difetti (ma anche di pregi) per trita convenzione attribuibili all’uno o all’altro genere. Cavalca con ironia tutti gli stereotipi del caso, gioca di realismo tra effetti paradossali e consapevolezze di modernità. La fine è nota: i due si amano, anche per Twain.

Sul palcoscenico il racconto si anima in un’atmosfera fantastica e sospesa. La vita di Adamo ed Eva procede serenamente nel Giardino che assomiglia tanto a un parco, fino a quando il frutto della conoscenza fa capolino. E dal sentimento non trovano scampo, oggi, come allora. Semplicemente succede. Non si riesce a spiegare. Non ce n’è bisogno.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.