Abusa sessualmente del cadavere di una 28enne morta da un’ora

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Non ha creduto ai suoi occhi nel vedere quella scena raccapricciante: il marito di una donna deceduta da un’ora in un ospedale di La Paz, Bolivia, ha scoperto che sul cadavere di sua moglie si stava compiendo un indicibile scempio. Il corpo, adagiato in un lettino della camera mortuaria, preda degli istinti sessuali di un infermiere del nosocomio. La moglie 28enne era morta un’ora prima, e quell’immagine senza precedenti lo ha sconvolto al punto da neutralizzare l’uomo e farlo arrestare.

Abusi sessuali sul cadavere della paziente
Il gravissimo episodio ha coinvolto un uomo che, dopo aver perso sua moglie in modo drammatico, si è trovato di fronte ad una scena che certamente non dimenticherà.

Un infermiere, Grover Macuchapi, 27 anni, stava violentando il cadavere della donna, morta da circa un’ora. Nel frattempo i parenti della vittima stavano definendo le pratiche conclusive per il trasporto della salma, che giaceva in camera mortuaria. L’unico testimone di tanto abominio è stato proprio il coniuge, che si era recato per porgere l’estremo saluto alla donna della sua vita.

Hospital de Clinicas: caso senza precedenti
Quanto accaduto a La Paz, nell’Hospital de Clinicas, rimarrà iscritto a memoria d’uomo nelle cronache. La polizia ha tratto in arresto un uomo con la gravissima accusa di atti osceni e profanazione di cadavere. In manette è finito un 27enne, infermiere in forze nel noto ospedale della capitale boliviana, che è stato colto in flagrante mentre abusava del cadavere di una 28enne appena morta.

L’uomo, scoperto per un macabro scherzo del destino dal marito della defunta, si sarebbe giustificato parlando di una sorta di “trance” [VIDEO] che lo avrebbe colto in quel momento.

Il precedente in Argentina
Una simile situazione si verificò qualche mese fa in Argentina, precisamente nel maggio scorso: un giovane di 22 anni fu trovato ad abusare del corpo di una 41enne morta nell’ospedale San Vicente del Paul. Si era intrufolato di soppiatto nell’obitorio della struttura sanitaria, per poi essere scoperto e arrestato, senza opporre alcuna resistenza.

Le due vicende hanno profondamente scosso l’opinione pubblica, mentre l’iter processuale a cui i due imputati saranno sottoposti non ha ancora una minima ipotesi di sviluppo. Per entrambi, infatti, potrebbero essere avanzate perizie che potrebbero, in qualche modo, dimostrarne lo stato di incapacità di intendere e volere.

Fonte it.blastingnews.com

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.