Fabiani a LIRATV: «Via Rosina? Più facile che venga ceduto io…»

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
3
Stampa
Domenica la Cremonese ci darà filo da torcere, fino ad oggi ha ottenuto risultati importanti. Nel complesso, però, tutte le squadre di questo torneo stanno facendo bene, non ricordo un campionato con una classifica così corta dopo quattordici giornate. 

Un po’ tutti stiamo facendo buone cose, bisogna affrontare ogni partita con la stessa determinazione per evitare situazioni critiche. Purtroppo con i se e con i ma non si costruisce nulla. Abbiamo questi punti, dobbiamo continuare a lavorare e poi quello che si poteva fare o quello che si è fatto lo lasciamo agli annali del calcio. Dobbiamo guardare avanti senza piangerci addosso”. A dirlo Angelo Mariano Fabiani a LIRATV nel corso di Goal su Goal condotta da Alessandro Ferro e con Gigi Murante in studio.

Fabiani parla anche dell’autostima del gruppo e della capacità di fare di necessità virtù: “A volte da un male nasce un bene. Oggi evidentemente un po’ tutti all’interno dello spogliatoio sono consapevoli della forza che hanno. Questa squadra ha dimostrato di sapersela cavare sempre, anche quando le defezioni sono tante.

C’è un’alchimia giusta sotto tutti i punti di vista. Di Roberto? Non lo scopriamo di certo noi. E’ un ragazzo che ha fatto campionati su campionati e ne ha vinto anche uno di recente col Crotone. Un ragazzo navigato ed eccezionale, risulterà utile per noi”. 

Su Rosina e sulle condizioni del calciatore dice: “Lo staff medico s’è tenuto largo (30 giorni di stop, ndr) per cercare di recuperare definitivamente Alessandro. Magari la voglia affrettata di tornare in campo anzitempo lo poteva esporre a brutte figure. Aspettiamolo perché Rosina al 100%, può dare un grosso contributo per quel che riguarda il raggiungimento degli obiettivi che ci siamo stabiliti. Non c’è nessun caso, i comunicati testimoniano la sintonia tra tutte le componenti delle società. Una cessione di Rosina a gennaio? E’ più facile che venga ceduto Fabiani…”. 

Poi sul cambio di passo della squadra ma anche sul cambio di giudizi verso questo organico il direttore si toglie qualche sassolino dalle scarpe: “Inizialmente non s’è data fiducia a questa rosa visto l’arrivo di alcuni giocatori sconosciuto o semi-sconosciuti. É stato dato un giudizio affrettato, dissi di aspettare l’inizio del campionato. Non c’è stato un momento critico in particolare, ovviamente alcune defezioni pesano ma come dicevo prima da un male è nato un bene.

Questo dà equilibrio allo spogliatoio, tutti sanno di poter essere protagonisti. Popescu è dotato di un sinistro straordinario, diciamo che è un po’ come Vitale. In quel ruolo non eravamo corti ma quasi ed è stato fatto anche un investimento importante su un giocatore che andava per la maggiore già lo scorso anno. Mi dispiace per il Modena, c’erano dei mezzi discorsi con il ragazzo che da subito ha detto sì alla Salernitana senza considerare altre richieste che aveva.

A gennaio credo sia davvero difficile muovere qualche pedina e questo per l’equilibrio che si è creato all’interno dello spogliatoio anche grazie all’allenatore. C’è da dire che in termini numerici la rosa è nutrita – ha concluso – Faccio fatica a dire che questa rosa può essere migliorata. Sarebbe ingiusto nei confronti di questi ragazzi”.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

3 COMMENTI

  1. Fabiani se ci garantisci che le due partenze sono legate, vi accompagniamo noi al confine con la Svizzera. “Rosina può dare un grosso contributo per quel che riguarda il raggiungimento degli obiettivi che ci siamo stabiliti” ossia farti quanti più soldi possibile con le commissioni prima di essere mandato a casa per manifesta incompetenza. Pensa piuttosto a farci capire perché abbiamo dovuto perdere 4 punti per aspettare uno svincolato che non si allena da due mesi e che giocava in una squadra di bassa serie C.

  2. x anonimo: il giorno dopo il fallimento del Modena hanno preso Popescu, orano chi sa chi manderanno a gennaio, effettivamente sono un pò troppi giocatori visto che alla fine si equivalgono un pò tutti

  3. Una piccola lista dei partenti includerebbe: Cicerelli, Della Rocca, Rosina, Asmah, Kadi, quel Roberto che è ancora nostro e non si sa chi gli paga l’ingaggio, ma soprattutto Fabiani. Il primo a dovere sparire da questa città è lui. L’unico direttore sportivo che a fronte di 4 infortuni in un ruolo, con un solo superstite e con la possibilità di ingaggiare un giocatore subito (Milanovic) aspetta due settimane per prendere uno che bisogna ancora vedere se è all’altezza della categoria, per fare chissà quali affari e con chi. Non che Milanovic fosse Maldini, ma se lo prendeva subito oggi poteva giocare e almeno ha sempre giocato in B. Comunque servono due giocatori per ogni ruolo, quindi numericamente manca ancora un centrale in rosa e i posti disponibili in lista erano due.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.