La prof Lorella Carimali una eccellenza della Scuola italiana (di Tony Ardito)

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
“E’ impagabile ritrovarsi alunni che ti scrivono grazie per avermi fatto vedere nuove terre, avermi insegnato a vivere.

Sono frasi che ti aspetteresti scritte ad un insegnante di filosofia. Ma la matematica è proprio anche questo: imparare a ragionare, a conoscere, a vivere nel mondo e poter scegliere in modo cosciente. Per questo dico che è una competenza di cittadinanza.

Di tutti: alunni e adulti”. Così Lorella Carimali riassume la gratificazione del docente quando a cogliere ancorché a raccogliere i frutti della sua paziente semina, sono innanzitutto gli studenti.

Lei insegna matematica al liceo scientifico “Vittorio Veneto” di Milano ed è uno dei volti delle eccellenze italiane nel mondo. Nell’istituto presso cui presta servizio ha introdotto un metodo interdisciplinare che collega materie diverse gettando un ponte di conoscenza fra numeri e parole.

Esso consiste nella scrittura di un romanzo sulla matematica e sulla scuola. Lo scopo è di portare la scuola fuori dalle mura e far arrivare il pensiero matematico anche a coloro che non sono interessati o inclini alla materia.

Il lavoro della Carimali è stato notato ed apprezzato al punto che ora la prof è in lizza fra i 50 migliori insegnanti del pianeta per il “Global Teacher Prize”; un riconoscimento internazionale che vale ben 1 milione di dollari da spendere in progetti scolastici.

Sono 4omila le domande pervenute da 173 Nazioni alla Accademia che organizza una manifestazione, a cui partecipano studiosi e star di fame mondiale. Nella scorsa edizione, fu niente di meno un astronauta, in collegamento dallo spazio, a proclamare il vincitore.

Naturalmente, l’auspico è che sia la nostra docente a tagliare per prima il traguardo e a regalarci una grandissima soddisfazione. Sarebbe il riconoscimento a un talento e a una intelligenza italiani, nonché un ideale tributo ai tanti insegnanti e pedagoghi che in ogni dove del Paese hanno contribuito e contribuiscono con sacrificio, competenza e passione alla formazione ed alla crescita di intere generazioni e verso i quali, soprattutto negli ultimi anni, il giudizio è stato talora sommario ed ingeneroso.

Dita incrociate a parte e nonostante le indiscutibili difficoltà in cui da un po’ di tempo versa, la Scuola nel suo complesso riesce a rivelarsi decisamente migliore di come qualcuno vorrebbe farla apparire e di come talvolta noi stessi immaginiamo o crediamo che effettivamente sia.

 

Editoriale a cura di Tony Ardito, giornalista

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.