Montesano SM, presentato il calendario 2018 del centro studi e ricerche radici

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
 Torna il tradizionale appuntamento con il Calendario di Montesano sulla Marcellana, prodotto dal Centro Studi e Ricerche “Radici”. La presentazione dell’Edizione 2018 del Calendario ha avuto luogo presso il Comune di Montesano, alla presenza tra gli altri del Sindaco Giuseppe Rinaldi, del Presidente del Centro Studi di Montesano Angelo Sica e di diversi consiglieri comunali montesanesi, di maggioranza e di minoranza. A dimostrazione che la cultura e le tradizioni sono “trasversali” e patrimonio dell’intera comunità: una verità che emerge in modo particolare dalle pagine del Calendario 2018, dedicato ai “70 anni della Costituzione Italiana”. Attraverso l’ormai familiare ed inconfondibile stile grafico, e grazie alle consuete approfondite ricerche svolte dal Centro Studi e Ricerche Radici, il Calendario 2018 approfondisce in particolare alcuni significativi articoli della Legge Fondamentale dello Stato Italiano nel contesto di Montesano sulla Marcellana e del Vallo di Diano.

“La presentazione del Calendario del Centro Studi e Ricerche Radici –ha detto il sindaco di Montesano sulla Marcellana Giuseppe Rinaldi–   rappresenta sempre un momento molto atteso nel nostro territorio, che rinnova la magia della storia locale inserita nel panorama più vasto della storia nazionale, della «piccola storia» che entra a far parte della «grande storia»”. Per il primo cittadino montesanese è stata particolarmente indovinata anche la scelta di occuparsi della Costituzione Italiana. “Gli articoli prescelti per rappresentare nel Calendario questi suoi 70 anni –ha confermato Rinaldi- sono quelli che secondo me meglio rappresentano l’attuale situazione di Montesano sulla Marcellana. In particolare gli articoli che vogliono tutelare il patrimonio artistico, culturale ed ambientale: voi sapete benissimo –ha sottolineato il sindaco- che Montesano è vittima delle «invasioni barbariche» di multinazionali che vogliono deturparne la bellezza. Noi abbiamo fatto una scelta precisa e proprio la Costituzione ed i suoi articoli ci invitano a rispettare la bellezza, la specificità, l’identità dei nostri territori. Certe esperienze che ci vogliono imporre dall’alto –ha concluso Rinaldi- nulla hanno a che vedere con il nostro paese: la Costituzione ed il Calendario di Radici ce lo ricordano”.

Il 27 dicembre 1947 il Presidente della Repubblica Enrico De Nicola firmava il testo della Costituzione, che entrava in vigore il 1 gennaio 1948: un evento storico di fondamentale importanza, che è stato ricordato e celebrato in questi giorni dalle più alte cariche dello Stato Italiano e da tutte le testate giornalistiche nazionali. In gergo giornalistico oggi si può dire che il Calendario 2018 del Centro Studi e Ricerche Radici «sta sul pezzo». Ma il lavoro per realizzarlo è iniziato diversi mesi fa.

“Non abbiamo avuto dubbi nell’individuare nei 70 anni della Costituzione Italiana –ha confermato Angelo Sica, presidente del Centro Studi e Ricerche Radici- l’argomento principe da trattare nell’edizione 2018 del nostro calendario. È chiaro che questo tema è stato sviluppato nel contesto del territorio di Montesano sulla Marcellana, scegliendo di approfondire in particolare alcuni Articoli della Costituzione. Tra questi gli articoli 1, 35 e 45 riferiti al lavoro e all’artigianato, e l’Articolo 9 che promuove lo sviluppo della cultura e tutela il patrimonio artistico, culturale e anche il paesaggio. Da queste basi –ha evidenziato il presidente- siamo partiti per analizzare quello che è successo nel territorio in 70 anni di storia. In particolare ci siamo soffermati sull’ambiente, mettendo in evidenza da un lato le bellezze del comune termale del Vallo di Diano, e dall’altro le insidie e i pericoli che sono stati generati dall’assalto di alcune multinazionali come nel caso della Stazione Elettrica di Terna”. 

Intanto è giunto al termine il lavoro di preparazione del volume che raccoglie tutte le edizioni del Calendario realizzate dal Centro Studi e Ricerche Radici. 23 anni di miti, leggende, storie, costumi, tradizioni, dialetto e tanto altro: un patrimonio culturale unico e inimitabile, che tra poche settimane sarà messo a disposizione di tutti, in un unico testo.

Il Calendario 2018 è stato realizzato grazie al contributo del Comune di Montesano SM e della della BCC di Buonabitacolo. Oltre a quello del Comune di Montesano gode dell’Alto Patronato dell’Unicef (Comitato Regionale Campano) e del Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano ed Alburni. Come sempre sarà distribuito gratuitamente alle Scuole e alle Famiglie di Montesano, alle Istituzioni locali e provinciali, alle Associazioni del territorio e a tutti coloro che ne faranno richiesta.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.