Papà si incatena davanti al Tribunale per riabbracciare il suo bambino

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Un padre disperato, costretto ad incatenarsi dinanzi al Tribunale per vedere suo figlio. E’ la storia di Marco Albani  37enne di Nocera che dallo scorso mese di ottobre era in attesa della sentenza che avrebbe modificato il diritto di visita padre figlio, in quanto costretto a vedere il bambino solo in presenza degli assistenti sociali.

La storia va avanti da 3 anni da quando Marco sta lottando per il riconoscimento del suo diritto alla paternità, diritto costantemente calpestato da quando, appena sei mesi dopo la nascita del bambino, la moglie lo lasciò, andando via con il figlio e innescando una serie di incomprensioni nei confronti dell’ex coniuge sotto processo con l’accusa di stalking nei riguardi dell’ex moglie che è sua volta a giudizio per mancata esecuzione di un provvedimento emesso dal giudice concernente l’affidamento di minori.

Così, ieri, l’uomo che dallo scorso ottobre stava aspettandola sentenza che avrebbe dovuto modificare il diritto di visita che stabilisce che gli incontri tra padre e figlio possano avvenire solo presso la struttura dei servizi sociali del Comune di Castel San Giorgio, si è incatenato davanti al tribunale.

È dovuta intervenire la polizia e, intorno alle 11.30 è stata finalmente notificata al suo legale la sentenza, firmata il 28 dicembre, che disciplina gli incontri tra padre e figlio. Il 37enne potrà incontrare il proprio bambino due volte a settimana non più solo presso i servizi sociali ma anche all’interno di una ludoteca. Intanto, il giudice ha disposto un’altra udienza per l’8 febbraio ed in quella sede farà nuova istanza per vedere il bambino liberamente.

 

 

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.