Contursi testimone di legalità. Mai più esempi negativi come Gomorra

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
“Quando i ragazzi vedono una fiction che presenta chi delinque come qualcuno che ha un potere, che messaggio stiamo mandando, se non che c’è solo un’assenza di Stato? Ragazzi, non immedesimatevi mai in queste cose, perché sappiate che il bullismo è peggio della mafia”. Si è levata alta la voce di Ignazio Cutrò, testimone di giustizia, che ha partecipato a “Contursi Terme, testimone di legalità”, presso l’istituto “Corbino”. Dinanzi agli allievi dei sei indirizzi di studio di questa scuola, la voce di una vittima della mafia, che ha avuto il coraggio di denunciare, di far arrestare chi gli ha distrutto l’azienda cambiando radicalmente la propria vita e quella della propria famiglia, è forte.

Ed è Cutrò che lancia dall’aula magna della scuola un messaggio chiaro perché si denunci, ma lancia strali anche verso programmi televisivi come Gomorra, dove si esaltano valori negativi e dove lo Stato è completamente assente. Trasmissioni che sono opposte al lavoro immenso, faticoso, altamente educativo che viene fatto da tanti per affermare invece esempi postivi. Ed è per presentare questi esempi postivi che la città delle terme ha voluto, attraverso il sindaco Alfonso Forlenza e l’assessore alla Cultura, Gerarda Forlenza, tenere nell’Istituto Corbino una giornata speciale per i ragazzi, abbinata all’Open day.

Gli amministratori di Contursi hanno ricordato l’impegno del Comune per restituire alla comunità un bene confiscato come il Parco delle Querce: “Oggi la piscina ed il parco avventura intorno ad essa sono fruibili – hanno ricordato gli amministratori – Altri interventi sono in corso e altri li realizzeremo. Un lavoro lungo e meticoloso che si inserisce in un quadro di impegno per la legalità su cui da anni lavoriamo”.

E Contursi ha voluto unire questo momento anche alla testimonianza del Comune di Padula, che sta realizzando un programma sulla legalità costruito dal Comune e dal liceo “Pisacane”, presentato dall’assessore alla Cultura, Filomena Chiappardo, e dal segretario generale del Comune, Francesco Cardiello. “Lavoriamo – hanno ricordato – per costruire un percorso virtuoso sulla legalità, intorno alla figura di Joe Petrosino e dei tanti eroi di ieri e di oggi, che costituiscono un esempio per i nostri giorni. Sono i modelli a cui tendiamo”.

E sono proprio “i valori che derivano da modelli comportamentali positivi che si devono continuare a proporre ai ragazzi”, ha rimarcato la dirigente scolastica, Mariarosaria Cascio, ringraziando il Comune e Cutrò per la sua presenza tra i ragazzi. Un lavoro insieme alle associazioni, come ha ricordato, don Vincenzo Federico, della coop Tertium Millennium, che sta gestendo la piscina del Parco delle Querce nell’ambito di un progetto sulla legalità, finanziato dalla Presidenza del Consiglio Dipartimento Gioventù e del Servizio civile e nell’ambito del quale si è tenuta questa giornata intensa.

E ai ragazzi, ai loro genitori, ai docenti, è stata presentata la figura di Petrosino, attraverso la presentazione del libro “Joe Petrosino – l’incorruttibile”, con l’autore, Nino Melito, pronipote del poliziotto eroe, a Contursi insieme al Presidente dell’associazione Joe Petrosino, Vincenzo Lamanna.

Menu della legalità

E per omaggiare gli eroi positivi, il Corbino ha presentato, attraverso i ragazzi dell’Alberghiero, un menu della legalità, con prodotti che questi erri amavano. Nel ristorante didattico è nato un antipasto, omaggio a Giovanni Falcone: zuppetta del sottocosta con crostini al rosmarino e schiuma d’aglio; un primo per omaggiare Paolo Borsellino: risotto cuori di carciofo e crostacei con cremoso di bufala; l’omaggio ad Angelo Vassallo è il secondo piatto: sandwich di alici di Menaica e ratatuille mediterranea. E per dolce, in omaggio a Joe Petrosino: The italian Cheesecake. Un menu curato dal professore Pasquale Esposito Venezia, che la scuola di Contursi porterà e proporrà anche ad altri istituti.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.