Inaugura a Scafati la biblioteca didattica della Scuola Media Statale

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Tutto pronto per il taglio del nastro della biblioteca didattica della scuola media statale via Martiri d’Ungheria di Scafati. L’inaugurazione è prevista per mercoledì 24 gennaio alle ore 17.30. La biblioteca è stata fortemente voluta dal dirigente scolastico Prof. Guglielmo Formisano. In occasione dell’inaugurazione sono stati invitati il Prof. Domenico D’Alessandro, preside del liceo Caccioppoli di Scafati, Prof.ssa Sonia D’Alessio, scrittrice per ragazzi, Dott.ssa Maria Benevento, direttrice della biblioteca comunale di Scafati.

Nel corso della serata saranno letti dei passi dal prof. Giovanni Cirillo del liceo Cacciopoli e dalla Prof.ssa Luisa Ferrara della scuola media Martiri D’Ungheria, accompagnati da brani musicali eseguiti dal maestro Espedito De Marino.  Molte collane di libri provengono dall’archivio della madre del preside Formisano, Prof.ssa Antonietta Ferrara, scomparsa qualche tempo fa. La biblioteca, inoltre, è stata arricchita di saggi, libri per adolescenti e romanzetti donati dal corpo docente della scuola.

Un punto d’incontro, dunque, per gli alunni della scuola secondaria di primo grado Martiri D’Ungheria, in cui, i circa 650 studenti,  potranno approfondire ed arricchire le proprie conoscenze, non solo attraverso la lettura ma anche per mezzo di supporti multimediali: Lim e Pc. «Con l’inaugurazione della biblioteca scolastica, – spiega Formisano – vogliamo dimostrare di saper coniugare nuovi stili, con ambienti innovativi e di saper creare una scuola più curiosa, più “smart” (elegante, curata, intelligente), in modo da permettere di “collegare i saperi e dare loro un senso” e di favorire al massimo l’impostazione metodologica e la capitalizzazione delle competenze, al riparo da tendenze nozionistiche.

Soltanto la lettura aiuta a prediligere modelli di affermazione della personalità basati anche sul confronto, sul dialogo, sulla tolleranza, sulla cultura, sulla partecipazione, sull’inclusione». La scuola Martiri D’Ungheria è una delle più frequentate del territorio, con le 30 classi e oltre 60 docenti, tende a favorire il successo formativo, plasmando cittadini consapevoli e dotati di spirito critico, capaci di essere accoglienti e tolleranti anche nei confronti di allievi provenienti da altre culture.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.