Sisma: Zambrano accusa il Parlamento, “Su sicurezza decidono le lobby”

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Si è svolto nella mattinata di sabato 27 gennaio presso il Grand Hotel Salerno sul lungomare Tafuri, a Salerno, il seminario “(In)sicurezza sismica: un conto alla rovescia”, organizzato dall’Ordine degli Ingegneri della provincia di Salerno, in collaborazione con il Consiglio Nazionale degli Ingegneri e l’IPE, Ingegneri per la prevenzione e le emergenze. Il seminario che ha visto l’introduzione del presidente dell’Ordine degli Ingegneri della provincia di Salerno, professore Michele Brigante, si è articolato in due fasi.

La prima ha visto prendere la parola la sismologa storica Emanuela Guidoboni dell’EEDIS – Eventi Estremi e Disastri, Centro euro mediterraneo di Documentazione, sul tema: “Disastri sismici e ricostruzioni in Italia. Una riflessione sulle risposte sociali e culturali nel lungo periodo”.

La seconda parte è stata incentrata su un focus sugli ultimi terremoti italiani: quelli che hanno colpito il centro Italia e l’isola d’Ischia, con l’intervento oltre che del Presidente dell’IPE, Patrizia Angeli, anche del Presidente del Consiglio nazionale degli Ingegneri, Armando Zambrano il cui intervento è destinato a creare scalpore non lesinando pesanti accuse al Parlamento attaccando la classe politica.

Come riporta il sito de Ladenuncia.it, Zambrano ha dichiarato: “Al di là delle chiacchiere e delle promesse di ogni post-terremoto – continua – l’approvazione del pacchetto necessario di norme sulla messa in sicurezza (preventiva) trova ostacoli insormontabili di dubbia giustificazione: posso solo dirvi che vi sono delle lobby molto potenti in questo Parlamento che più volte hanno bloccato provvedimenti su cui pure avevamo raggiunto maggioranze nelle commissioni parlamentari. Nello sblocca-Italia, ad esempio, le norme erano passate in prima battuta per poi essere bocciate nella votazione alla Camera; eravamo riusciti a far inserire, sia dalla Commissione Lavoro che da quella ‘Ambiente’ e con il parere favorevole della Commissione Giustizia, nello jobs-act la redazione obbligatoria del fascicolo del Fabbricato”.

“Poi però il tutto è stato espunto e mi domando perché… Una spiegazione ce l’ho ma non la dico qui. Il 4 marzo ci sono le elezioni, il ministro Del Rio ci promise che avrebbe ripreso il Fascicolo del Fabbricato tramutandolo nell’obbligatorietà del certificato della sicurezza statica dei fabbricati negli atti di compravendita ma anche ciò non è avvenuto”. Sul sisma-bonus: “Insufficiente per motivi burocratici: dalla nostra intervista a circa 5mila ingegneri è emerso che non più del 30% conosce la misura e che solo 10% la applica. Qualcosa di sbagliato, nell’impianto, c’è”.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.