Muore a 35 anni dopo aver dato alla luce la sua terza bimba, medici condannati

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Due condanne e due assoluzioni per la morte di Stefania Ruocco , la 35enne di Futani morta di parto al Ruggi di Salerno nel 2011.

L’attesa sentenza dei giudici del tribunale di Salerno è arrivata ieri in tarda serata.

Per il decesso della giovane mamma cilentana sono stati condannati a un anno (pena sospesa) i ginecologi Carmine Pagano e Gennaro Luongo , quest’ultimo medico di fiducia della donna. Assolti per non aver commesso il fatto, invece, gli altri due imputati: l’anestesista V. A. M. e il ginecologo F. M. . Lo scrive il quotidiano La Città oggi in edicola.

L’ipotesi portata avanti dall’accusa è che a provocare l’emorragia, che le sarebbe poi stata fatale, sia stata la placenta accreta: in pratica la placenta, che normalmente si stacca dall’utero dopo il parto per essere poi espulsa, sarebbe stata attaccata più in profondità, aderendo allo strato muscolare di cui sono costituite le pareti dell’utero.

Stefania aveva rinunciato al ricovero presso l’ospedale di Vallo della Lucania, perché a Salerno si sentiva più serena. Tant’è che era entrata da sola, rifiutando la barella, in sala parto.

È qui che la sera del 4 maggio inizia il suo calvario: alle 23 nasce Maria Pia. La bimba viene portata al papà. Tutti attendono l’uscita della mamma dalla sala parto. Ma il momento tanto atteso ritarda per delle complicazioni.

La donna viene sottoposta ad un delicato intervento chirurgico, forse per una emorragia interna. Alle 4 del mattino, dopo ben cinque ore dal cesareo, esce dalla sala operatoria. I medici le danno poche possibilità di sopravvivenza. Il giorno successivo ha altre complicazioni. Viene riportata in sala operatoria alle 13 del 6 maggio: questa volta le asportano la milza. Poi ha una serie di arresti cardiaci, ma resta in vita. Sottoposta ad una Tac, viene fuori un edema. Il 9 maggio va in coma, due giorni dopo muore

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.