Dischetti di plastica in mare, sequestrato il depuratore del Sele

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
1
Stampa
Provenivano dall’impianto di depurazione di Capaccio-Paestum. Risolto, finalmente, il “mistero” attorno ai famosi dischetti di plastica, rinvenuti su gran parte delle coste tirreniche. L’impianto è stato sottoposto a sequestro dalla Capitaneria di Porto di Salerno, su disposizione della Procura della Repubblica presso il Tribunale. Da quell’impianto sono fuoriusciti i dischetti di plastica, il cui nome tecnico è quello di “carrier”. Gli inquirenti sono concentrati, adesso, sullo scoprire le cause della fuoriuscita dei «filtri a biomassa adesa» e quale sia il livello inquinante del fenomeno.

«L’impianto di Capaccio Paestum è costituito da due vasche, ognuna contiene circa 350 circa metri cubi di dischetti e ogni metro cubo da circa 300mila dischetti». Questi i numeri resi in mattinata in conferenza stampa dal comandante Claudia Di Lucca che, coordinata dal comandante provinciale della Guardia Costiera Giuseppe Menna, ha svolto, con il Nucleo Speciale d’Intervento della guardia costiera le indagini avviate dopo il ritrovamento dei dischetti in diversi tratti del Mar Tirreno centrale e non solo.

Da qui il sequestro dell’impianto che blocca il pericolo di ulteriori fuoriuscite. Fino ad ora non è stato individuato alcun responsabile ma le indagini sono appena partite: il rischio è quello di disastro ambientale colposo. I dischetti sono stati trovati su gran parte delle coste tirreniche, in particolare oltre che sul litorale salernitano, anche su quelli calabresi, laziali e toscani.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

1 COMMENTO

  1. Da non addetto ai lavori mi vengono da porre alcune domande: l’impianto di depurazione non dispone di strumentazione che segnali eventuali anomalie nel suo funzionamento ? Ed inoltre non è presente personale che verifichi il corretto funzionamento dello stesso: cioè senza l’intervento delle autorità nessuno si sarebbe accorto di niente ? E ancora, se i dischetti avevano una funzione antibatterica, con i dischetti sparsi per mezza costa tirrenica ci sono rischi per la salute ?

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.