Bracconaggio, piaga senza fine: blitz nel salernitano di Enpa e Carabinieri

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
1
Stampa
Durante un servizio mirato  alla difesa della fauna  migratoria e alla lotta del bracconaggio le guardie zoofile dell’Enpa, insieme ai Carabinieri della stazione di Quindici, comandati dal Ten. Gianluca Candura e coordinati dal Mar. Magg. Giovanni Pagano, e con i volontari del Cabs hanno denunciato  un soggetto per uccellagione, furto venatorio e maltrattamento nei confronti della fauna selvatica.

Nella mattinata di ieri le guardie zoofile della protezione animali e i volontari del Cabs  eseguivano un controllo nel comune di Bracigliano (Sa) e notavano alcune postazioni attive per la cattura di avifauna selvatica, decidevano quindi di appostarsi tra la vegetazione e aspettare l’arrivo dei bracconieri.

L’attesa non  e’ stata vana, infatti dopo alcune ore giungeva sul posto un auto con a bordo due soggetti. Gli stessi,  non accorgendosi delle guardie zoofile nascoste, posizionavano nei pressi di una postazione alcuni richiami vivi, nello specifico  esemplari di Cardellino e Lucherino mentre un altro Cardellino  veniva utilizzato come “zimbello”.

Lo “zimbello” normalmente viene legato e imbracato con le ali e posizionato su un bastoncino di legno, mosso a piacere dall’uccellatore per attirare i suoi simili.
Le guardie dell’Enpa e i volontari del Cabs, accertato il reato, decidevano di uscire allo scoperto  per fermare  i due soggetti.

Alla vista delle guardie i soggetti si davano alla fuga, uno dei due riusciva a scappare a piedi riuscendo a nascondersi nella vegetazione, l’altro veniva identificato a seguito  di accertamenti condotti dai carabinieri di Quindici.

L’operazione ha permesso quindi di denunciare un soggetto e allo stesso venivano sequestrate due reti per la cattura di avifauna, tre richiami acustici, pali e corde per manovrare le reti, quattro esemplari di Cardellino e tre esemplari di Lucherino.
La fauna consegnata al Cras di Napoli, veniva successivamente liberata perche’ idonea al volo.

L’Enpa di Salerno ringrazia i Carabinieri di  Quindici per la preziosa collaborazione e per le indagini che stanno seguendo per permettere di individuare e denunciare anche l’altro soggetto. Ricorda inoltre che la cattura e la detenzione di Fringillidi sprovvisti delle regolari autorizzazioni è reato.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

1 COMMENTO

  1. solite cretinate ambientaliste,ma cosa centra il fucile messo in bella mostra?se andassero a zappare invece di scrivere cretinate con tutti i guai ambientali dai fiumi ridotti a scarichi,il mare pieno di plastica l’inquinamento totale da auto e fabbriche,l’agricoltura che con i diserbanti e gli altri agenti usati uccidono di tutto,l discariche di rifiuti che inquinano anche le falde acquifere…….guarda un poco che articolone vanno a scrivere!!!!!!!!

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.