Riciclaggio di auto al porto di Salerno: operazione della Polizia

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
2
Stampa
Ennesimo colpo inferto dalla Polizia di Stato alle organizzazioni criminali dedite al traffico
di veicoli di provenienza delittuosa verso paesi extraeuropei. Dopo accurati accertamenti documentali e successivi controlli tecnici su veicoli in esportazione per l’Africa, il personale dell’Ufficio delle Dogane di Salerno e gli agenti della Polizia Stradale di Salerno hanno messo a segno una brillante operazione, trovando una autovettura in procinto di essere imbarcata per l’Africa.

L’attività ha consentito il sequestro di una Toyota Rav 4 Ibrida di recentissima costruzione,
priva di targa, contraffatta nel numero del telaio che risultava corrispondere ad altro veicolo
regolarmente circolante. L’autovettura era corredata da documenti riconducibili a cittadini
del Centro Africa. L’Ufficio delle Dogane di Salerno puntualmente procede con il personale dell’Antifrode dell’Agenzia delle Dogane del Porto alla vigilanza e controllo di tutti i beni in esportazione tra cui autovetture e veicoli commerciali.

Tale servizio, svolto insieme al personale della Polizia Stradale di Salerno, si è reso
necessario in quanto, dall’analisi della fenomenologia del furto di veicoli e la conseguente
ricettazione degli stessi, si è rilevato che il dato è in continuo aumento. Da qui la necessità di arginare e contrastare il riciclaggio di veicoli rubati e contraffatti mediante imbarco nei porti italiani su motonavi dirette verso i paesi Africani, maggiormente quelli del Magreb e quelli Balcanici.

La collaborazione tra i due Uffici ha già dato soddisfacenti risultati; infatti, nel mese di
novembre scorso, in un’analoga operazione, sono stati sequestrati due veicoli sempre in
procinto di essere imbarcati per l’Egitto. Sono in corso ulteriori e più approfondite indagini tese all’identificazione dell’auto e del luogo dove è stata asportata e contraffatta, nonché dei responsabili del riciclaggio della stessa. Il sequestro dell’autovettura ha inferto un altro duro colpo all’organizzazione criminale, privandola dell’ingiusto profitto ottenuto dalla loro mancata vendita (valore stimato intorno ad Euro 40.000).

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

2 COMMENTI

  1. se fossi MSC vi denuncerei alle spalle si vedono gru di banchina quindi non si tratta del porto di Salerno infatti a Salerno ci sono solo Gru mobili . Adesso giriamo la foto agli amici di Ginevra

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.