Maximo De Marco diventa Art Director della Fondazione “Emanuele Scifo”

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa

Il regista e Art Director delle Star, Maximo De Marco,Tutor di artisti come Boy George ,Sister Cristina ,Teo Mammuccari,Claudia Koll e Fabrizio Frizzi,sposa la causa della Fondazione Emanuele Scifo ,per aiutare i bambini con malattie rare,assumendo la Direzione Artistica della Fondazione.

Premiato con il Cavallo D’Argento della RAI come Art Director e da poco nominato Membro Ufficiale dell’Unesco nel CID,in qualita’ di Art Director Internazionale,Maximo De Marco ,che da sempre e’ impegnato nel sostenere cause umanitarie,come la Campagna Mondiale per la Donazione Organi ,di cui e’ stato Protagonista e Testimonials Fabrizio Frizzi,e’ rimasto colpito dalla storia del Fondatore Emanuele Scifo,

una vicenda umana che  ha commosso e intenerito i cuori di mezza Italia!

Battipaglia: la storia dei trapianti di Emanuele Scifo
”Emanuele Scifo è un ragazzo con una malattia rarissima: ha bisogno di un trapianto di cinque organi. E di un milione di euro per farsi operare a Miami. Gli restano pochi anni di vita.
Battipaglia: la storia dei trapianti di Emanuele Scifo
..questo l’appello che fece alcuni anni fa’ all’Italia,ma con quei soldi raccolti Emanuele decise di aprirci una Fondazione per aiutare bambini con il suo stesso male : “la sua vita in cambio di quella di tanti bambini che in Italia e nel Mondo lottano contro il male oscuro delle malattie rare! “

“Tutto cominciò quella maledetta sera. Stavo cenando e inspiegabilmente non riuscivo a mandar giù il cibo. Avevo dolori lancinanti nella parte inferiore dell’addome”. Il calvario di Emanuele Scifo, infermiere di Battipaglia (Salerno), 33 anni, inizia qui.

Quella sera – era il 2005 – Emanuele era un ragazzone di 98 chili. Aveva 25 anni e una vita normale, una fidanzata e tanti amici, e solo qualche piccolo problema ai reni, per cui seguiva delle cure. Oggi pesa 44 chili, per colpa di una malattia rarissima diagnosticatagli nel tardo 2009 al Policlicino Sant’Orsola Malpighi di Bologna, sede della facoltà di medicina e chirurgia dell’Università cittadina e centro d’eccellenza per le patologie dell’apparato digerente e i trapianti.

Ha il nome freddo e brutto delle malattie rare quella che affligge Emanuele: si chiama pseudo-ostruzione intestinale cronica, una patologia motoria dell’intestino caratterizzata da un transito rallentato e da una ridotta capacità di spingere il cibo attraverso l’ultima parte dell’apparato digerente. Come se non bastasse, la malattia è aggravata da un’angiodisplasia (una malformazione dei piccoli vasi dell’intestino che comporta sanguinamenti continui) e da una gastroparesi (una paralisi parziale dello stomaco). Una patologia di solito congenita, ma che al giovane è stata diagnosticata in tarda età. Tra ospedali, interventi chirurgici e dodici ore di infusioni notturne che sostituiscono la sua nutrizione, Emanuele lotta per la vita da otto anni e avrebbe bisogno di un trapianto multiviscerale addominale – unico caso in Italia – che prevede la sostituzione di stomaco, duodeno, pancreas, milza, intestino tenue e crasso.

Anni fa’ doveva operarsi al Jackson Memorial Hospital di Miami, l’unico centro al Mondo specializzato in trapianti multiviscerali. Considerato il quadro clinico drammatico e la continua perdita di peso, i medici che lo seguivano a Bologna gli avevano dato pochi anni di vita…ma Emanuele oggi e’ ancora tra noi ,che continua a lottare come un guerriero,ma non piu’ per se stesso, ma per migliaia di bambini che come lui hanno una malattia rara ed incurabile!

Tutti quei  soldi raccolti per la sua operazione in America Emanuele li ha usati per aprire la Fondazione Emanuele Scifo,per aiutare i bambini colpiti dalle malattie rare…affinche’ la sua vita abbia un senso e possa sentirsi utile per gli altri,prima che la malattia prenda il sopravvento…
Per questo, Maximo De Marco, ha preso a cuore il progetto ed ha deciso di accettare la proposta di Direzione Artistica della Fondazione .
Per sostenere la Fondazione Emanuele Scifo ,per chi volesse contribuire con una piccola donazione o sottoscrivere il 5×1000 alla Fondazione,puo’ trovare tutte le info in merito sul sito ufficiale :www.fondazionescifo.com
Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.