Parcheggiatori abusivi invadono la città, l’appello di una mamma al Questore

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
10
Stampa

Salerno patria dei parcheggiatori abusivi. A denunciarlo la signora Maria che lancia un appello al Questore Maurizio Ficarra ed al pubblico ministero Elena Guarino affinché intervengano per mettere un punto definitivo al dilagante fenomeno che quotidianamente si verifica in viale Antonio Bandiera, nei pressi del cinema Medusa.  A scriverlo il quotidiano Le Cronache oggi in edicola.

«Ci sono parcheggiatori abusivi ovunque che pretendono anche più di due euro per la sosta e ti inseguono fin quando non dai loro i soldi richiesti», ha dichiarato la signora Maria, preoccupata anche per l’incolumità dei suoi figli, temendo ripercussioni da parte dei due abusivi che sembrano aver ottenuto il monopolio della zona circa i parcheggi.

Situazione identica anche nei pressi della Baia che soprattutto nei fine settimana si trasforma nel regno degli abusivi con parcheggiatori che sbucano in ogni dove, chiedendo denaro ed importunando le persone pur di ottenerlo.

Da qui l’appello della salernitana al questore a cui chiede un intervento decisivo a favore della popolazione che, sempre più spesso, si ritrova vittima di richieste di somme di denaro esorbitanti per poter lasciare la macchina in sosta.

La signora Maria lamenta una situazione divenuta ormai insostenibile non solo nei pressi del cinema ma un po’ in tutta la provincia di Salerno, nonostante i ripetuti arresti che si sono verificati nei mesi scorsi, da parte delle forze dell’ordine. «Sono due e sono sempre gli stessi – ha detto ancora la donna – e si avvicinano non appena parcheggio la macchina e se dico loro che non ho monete con me e che provvedo al ritorno importunano ripetutamente».

Quello dei parcheggiatori abusivi sembra essere un problema che sta letteralmente invadendo tutta la città di Salerno e sempre più persone lamentano l’insistenza di queste persone nell’ottenere denaro, anche danneggiando le vetture in sosta.

«Chiedo al questore ed alla dottoressa Guarino di intervenire immediatamente prima che la situazione si aggravi ulteriormente. Sono seriamente preoccupata per i miei figli perché temo possano avere ripercussioni se dovessi rifiutarmi di pagare questi individui», ha spiegato poi la donna, riportando in auge il problema della sicurezza in città anche a causa degli abusivi, nonostante le lotte dell’amministrazione comunale per tentare di arginare questo dilagante fenomeno.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

10 COMMENTI

  1. Sabato saranno tutti nel parcheggio dello stadio Arechi….. e nessuno fa niente!
    Fotografateli appena si avvicinano e vedete come si tranquillizzano e si dileguano!

  2. A che serve scrivere serve solo salvini che fa una legge sia per mandare a casa una figura inutile come il prefetto che prende soldi ma non sapendo a che pro poi i parcheggiatori 10 anni di carcere e gli passa la paura a questi conigli

  3. Dico solo che non siamo liberi neanche di fare la spesa da toys perché è zeppo anche lì di ABUSIVI.
    E NESSUNO FA NULLA!
    CI MINACCIANO!SI AVVICINANO AI BAMBINI!

  4. Il 99% dei parcheggiatori “arrestati” mesi fa’ e’ stato prontamente sostituito e rimpiazzato con nuova manovalanza,e qualcuno “storico”e’ rimasto imperterrito nonostante tutto

  5. Io nel mio piccolo purtroppo ho dovuto rinunciare ad andare nell’unico pub in litoranea che fa musica dal vivo a causa dei parcheggiatori abusivi che pretendono dai 3 ai 5 euro, e così non andrò più nemmeno nei locali presso la spiaggia della baia. E’ diventato uno stress uscire in macchina ed essere perseguitati da questi soggetti. Dobbiamo essere realisti: E’ una lotta persa in partenza, così come quella dell’occupazione del lungomare di Salerno.

  6. L’altra sera sono stato al cinema the space, dopo aver parcheggiato il tizio si è avvicinato, uno giovane, alto, capelli castani un po lunghi e frangetta, pretendendo soldi e gli ho detto di aver già pagato (avevo il biglietto del parcheggio) e il tizio risponde: ah hai pagato! e lì mi sono girato, mi sono avvicinato, l’ho guardato bene bene in faccia e gli ho detto SI, tieni qualche problema? Il tipo ha capito bene che nn era cosa (e credetemi che nn era cosa) e tranquillamente se ne andato. Consiglio tutti di fare lo stesso, guardateli bene e rispondete senza paura, non pagate niente e se vi fanno qualcosa alla macchina ritornate con un paio di amici e mandatelo a casa pieno “regali” tanto sono sempre gli stessi, solo così si risolve sta piaga.

  7. Ho girato la Francia come turista per una decina di giorni e di parcheggiatori, venditori di rose, ambulanti e migranti neanche l’ombra! Troppo permissivismo in questo paese!

  8. Al parcheggio di via Ligea agiscono in completa tranquillità. Gli addetti di Salerno Mobilità passano di tanto in tanto…..

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.