Vaccini, non in regola soltanto 180 bambini nel salernitano

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
4
Stampa
«Vaccini: tre mesi di confusione, di danno per le famiglie. L’obbligo dei vaccini per nidi e materne è una scelta di civiltà e di tutela per la salute dei bambini. Per il futuro più responsabilità. Più serietà». Lo scrive sul suo profilo facebook il governatore della Campania Vincenzo De Luca dopo il dietrofront sui vaccini che tornano obbligatori.

Per la frequenza dell’anno scolastico scolastico 2018-19, ormai al via, sarà necessario portare il certificato Asl di avvenuta vaccinazione. Un emendamento della maggioranza al decreto milleproroghe abroga infatti la disposizione, approvata tra le polemiche ad agosto dal Senato, che faceva slittare l’obbligatorietà all’anno scolastico 2019-20.

Con la nuova modifica introdotta alla Camera, dunque, al nido e alla materna non si entra se non vaccinati; chi invece frequenta la scuola dell’obbligo (7-16 anni) potrà entrare anche senza certificato Asl, ma dovrà pagare una sanzione da 100 a 500 euro.

Per i genitori resta inoltre la possibilità di autocertificare di essere in regola ma chi presenta una dichiarazione falsa rischia la denuncia. I bambini che frequentano le scuole dell’obbligo e non possono essere vaccinati per motivi di salute (che devono essere documentati) vengono invece inseriti in classi nelle quali non sono presenti altri minori non vaccinati.

NEL SALERNITANO SONO 180 I BAMBINI SENZA VACCINAZIONE. Sono circa 180 i bambini non in regola con le vaccinazioni necessarie per la partecipazione alle scuole dell’infanzia e gli asili nido salernitani. Lo scrive Il Mattino oggi in edicola.

Un numero per così dire fisiologico, soprattutto se rapportato con l’altissima copertura che fa registrare la provincia nella fascia d’età 0-6 anni, con circa il 98 per cento dei piccoli che risulta vaccinato per l’esavalente e il 95 per cento per morbillo-parotite-rosolia, su una platea di circa 9.300 bambini da vaccinare, facendo attestare l’azienda sanitaria perfettamente in linea con la cosiddetta soglia di sicurezza.

Il Sole24Ore.it illustra nel dettaglio alcune questioni specifiche

Ma quali sono i vaccini obbligatori per la scuola? In base alla legge Lorenzin le profilassi obbligatorie sono: anti-poliomielitica, anti-difterica, anti-tetanica, anti-epatite B, anti-pertosse, anti-Haemophilus influenzae tipo b, anti-morbillo, anti-rosolia, anti-parotite, anti-varicella. Tutte queste vaccinazioni sono, pertanto, obbligatorie e devono essere offerte in maniera attiva e gratuita, secondo le specifiche indicazioni del Calendario vaccinale nazionale.

Le vaccinazioni che sono invece raccomandate e gratuite per i minori di età compresa tra zero e sedici anni, sempre in base alle specifiche indicazioni del Calendario vaccinale nazionale, sono: anti-meningococcica B, anti-meningococcica C, anti-pneumococcica, anti-rotavirus, HPV. Queste vaccinazioni «non sono state incluse tra quelle obbligatorie in ragione del fatto che le malattie che prevengono si verificano con minore frequenza nel nostro Paese o del minore impatto della loro contagiosità nelle collettività chiuse, ad esempio nidi e scuole», è stato precisato.

In molti casi, più vaccini vengono somministrati al bambino contemporaneamente con un’unica iniezione. Le più comuni formulazioni combinate sono: esavalente (difterite-tetano-pertosse-epatite B-poliomielite-Haemophilus influenzae di tipo B); trivalente DTPa (difterite-tetano-pertosse); quadrivalente DTpaIPV (difterite-tetano-pertosse-polio); trivalente MPR (morbillo-parotite-rosolia); quadrivalente MPRV (morbillo-parotite-rosolia-varicella); meningococco quadrivalente (A-C-W-Y).

In caso sia già stata fatta una delle malattie per le quali è prevista la vaccinazione obbligatoria, la nuova legge sui vaccini consente di richiedere vaccini in formulazione monocomponente o combinata, ma priva dell’antigene in questione. Ma non è detto che questi vaccini siano disponibili – al momento, per esempio, non sono autorizzati in Italia vaccini monocomponenti contro difterite, pertosse, morbillo, rosolia e parotite – e che le Regioni li abbiano effettivamente acquistati (in genere costano di più).

Ed ecco, di seguito, il calendario delle vaccinazioni in base all’età del bambino.
Tre mesi
Obbligatorie: prima dose difterite, tetano, pertosse, poliomielite, epatite B, Haemophilus influenzae di tipo B (esavalente).
Raccomandate: prima dose meningococco B; prima dose pneumococco.
Quattro mesi
Raccomandate: seconda dose meningococco B.
Cinque mesi
Obbligatorie: seconda dose difterite, tetano, pertosse, poliomielite, epatite B, haemophilus influenzae di tipo B (esavalente).
Raccomandate: seconda dose pneumococco.
Sei mesi
Raccomandate: terza dose meningococco B.
Tra 3 e 7 mesi
Raccomandate: rotavirus (due o tre dosi a seconda del tipo di vaccino).
11 mesi
Obbligatorie: terza dose difterite, tetano, pertosse, poliomielite, epatite B, haemophilus influenzae di tipo B (esavalente).
Raccomandate: terza dose pneumococco.
13 mesi
Raccomandate: quarta dose Meningococco B.
Tra 13 e 15 mesi
Obbligatorie: prima dose morbillo, parotite e rosolia (MPR); prima dose varicella (oppure prima dose tetravalente MPRV).
Raccomandate: prima dose Meningococco C.
Sei anni
Obbligatorie: richiamo difterite, tetano, pertosse, polio (DTP + polio); richiamo morbillo, parotite, rosolia e varicella (MPR o MPRV).
Tra 12 e 18 anni
Obbligatorie: richiamo difterite, tetano, pertosse, polio (DTP + polio).
Raccomandate: HPV (due o tre dosi, sia per le femmine sia per i maschi, in funzione di età e vaccino); richiamo meningococco C, nella forma quadrivalente ACWY.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

4 COMMENTI

  1. Molti lamentano il fatto che in alcuni paesi dell’unione i vaccini non sono obbligatori. Quesi paesi sono ad un alto livello civile e morale non c’è bisogno di renderli obbligatori, i genitori vaccinano i figlio in maniera spontanea. Qui siamo un branco di pecore e se un tizio una mattina si alza e dice “Sesso illegale in Italia” sai quanti lo seguiranno?

  2. e perchè solo 11? quelli disponibili sono molti di più in commercio! e sono tutti “sicurissimi”! lo ha detto lo sborone e pure la casa farmaceutica che li produce! di cosa avete timore? rendiamo tutti i vaccini obbligatori! ma tutti tutti! dovrebbero essere una trentina! tanto, visto che sono sicuri al 100%, che non hanno nessuna reazione avversa, che fanno solo bene, allora propongo una nuova legge: 30 vaccini obbligatori per tutti!! così l’effetto gregge è ancora più appecoronato e siamo tutti più sani! Ma subitooo, mi raccomando! E non fate i soliti malpensanti, dicendo che è inutile chiedere all’oste se il vino è buono: siete i soliti ignoranti antiscientifici!
    30 vaccini per tutti, è il futuro! anzi, io andrei oltre: creiamo il vax-bar!! ognuno va al bar e prende un caffè, un cornetto e un vaccino! visto che sono 100% sicuri e hanno 0% problemi, perchè no? suuu! forza! scappo, mi aspetta il mio vaccino quotidiano, oggi morbillo e lampone 😉

  3. La cugina della mia governante ha detto che i vaccini si combinano con le scie chimiche e provocano allucinazioni come il falso atterraggio sulla luna.

    Diffidate, è una trappola.

  4. cavernicolo, tu e la tua governante potete fare quello che volete, lo capite? non interessa a nessuno e nessuno vi obbliga a fare qualcosa. Anche il fatto di credere che i vaccini si combinano con le scie è un suo problema e di chi ci crede: sono cretini. Ma ancora più cretino è chi vuole dimostrare la sicurezza dei vaccini con simili argomentazioni, come quel famoso medico vaccinaro che vuole dimostrare la sicurezza dei vaccini dicendo che pure le cinture di sicurezza sono obbligatorie e salvano la vita, logico e scientifico, no??! Vaccinati tu e la cugina contro la stupidità, se potete. Ugo ha sempre portato forti argomenti sul tema, voi solo stupidaggini copiate.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.