De Luca: «Parliamo all’80% della popolazione che ha paura»

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
12
Stampa
“Abbiamo perduto perché non c’è stata una proposta unitaria e semplice per il sud e ancora non ce l’abbiamo.

Il segretario (del Pd, ndr) viene a Napoli e va a fare la partita di pallone a Scampia, ma non parla di un piano di lavoro per i giovani del sud. I sondaggi ci ricordano che il Pd è al 17%, ma non ci facciamo deprimere e condannare alla perdita di speranza, io voglio vincere, voglio recuperare una parte dei 6 milioni di voti che abbiamo perduto”.

A dirlo Vincenzo De Luca alla festa nazionale dell’Unità a Ravenna. Il governatore della Campania ha parlato di Sud, lavoro, Pubblica Amministrazione e sicurezza

Le Cronache racconta l’intervento di De Luca che lo stesso presidente della Regione pubblica in video sul suo profilo facebook: “Un piano per il lavoro per il sud. Nei prossimi 3 anni ci sarà un vuoto di piante organiche di oltre 400mila unità lavorative. Cosa aspettiamo, che il piano per il lavoro lo facciano i 5 Stelle?

Non sono clientele, si fanno concorsi pubblici e trasparenti, li facciamo fare al Formez. Abbiamo un’età media di 56 anni per i dipendenti delle Pubbliche Amministrazioni ed in Campania l’età media si alza a più di 60 anni. Questo significa dare una speranza. Se la contrapposizione è la clientela spicciola del Reddito di Cittadinanza che è un’immensa idiozia, ma l’alternativa è nulla, i 5S continueranno a prendere voti”.

Immediatamente dopo segue il secondo tragico tema che ha portato voti in particolare alla Lega, ossia la sicurezza: “Il Pd non ha una linea sulla sicurezza, noi non pronunciamo neanche questa parola. Siamo un partito che ha il dov e r e dell’umanità e dell’accoglienza cristiana .

Quando abbiamo dinanzi agli occhi l’immagine di Aylan, trovato morto sulle spiagge della Turchia con la maglietta rossa e la faccia sulla spiaggia, solo delle bestie possono pensare di non accogliere”. E già applausi. “Il dovere dell’accoglienza è evidente, ma dell’altra faccia della realtà il Pd non parla mai: ci sono zone del Paese in cui abbiamo bande di nigeriani che hanno occupato militarmente i territori, come ad esempio il Litorale Domizio a Napoli, abbiamo intorno ai centri di accoglienza extracomunitari che tornano ubriachi di notte, padri di famiglia che si devono mettere ad aspettare le figlie la notte.

Quando parliamo di sicurezza, parliamo di gente che ha paura.” Il Governatore conclude: “Siccome abbiamo una manifestazione a Roma, parliamo all’80% dell’Italia che ha paura. O il tema della sicurezza lo affrontiamo noi in termini democratici, o lo affronteranno in termini repressivi gli altri”.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

12 COMMENTI

  1. Ha una visione chiarissima della situazione emergenziale del Sud. Peccato che ultimamente si sia chiuso nel “personaggio” televisivo creato da Crozza. Anche tu, caro De Luca, devi correggere il tiro e tornare quello che eri qualche anno fa.

  2. La sagra dell’ovvio. Poi quei posti vanno agli amici delle fritture che non lavoreranno mai per non alterare lo status quo. C’è bisogno di politiche serie di sviluppo che non possono prescindere da una dura lotta alla criminalità, quella vera, quella che da sempre fa affari con i cari politici di ogni forza al potere e non. Senza imprese cosa dovrebbe amministrare la pubblica amministrazione? Nelle nostre regioni servono progetti seri non nuove clientele, bisogna creare posti di lavoro veri che generino ricchezza per i giovani che invece lasciano le nostre terre, poi probabilmente avremo bisogno anche di pubblica amministrazione. Il mondo va avanti le nuove tecnologie rendono i dipendenti della pubblica amministrazione superflui. Dei seri piani di lotta alla criminalità e seria formazione in campo tecnologico potrebbero far rientrare le nostre regioni nei piani di investimento di aziende che normalmente non investirebbero da noi. Parlare di più pubblica amministrazione in questo modo significa solo tornare al passato, cioè politiche di assistenzialismo che non sono diverse dal reddito di cittadinanza delle forse populiste. Poi parlare del nigeriano che spaventa le periferie non fa altro che far ragione a Salvini. Sono cresciuto negli anni 80 e 90 nella periferia della nostra città. I tossicodipendenti erano bianchi e salernitani, rubavano negli appartamenti, rubavano gli autoradio si bucavano nel campetto dove giocavamo a pallone ecc. ecc. è cambiato solo il colore della pelle di chi vive ai margini e proprio per quello è più visibile. Serve cultura, istruzione e meritocrazia. L’ultima delle tre cose elencate è fondamentale ma il concetto non è chiaro a molti.

  3. li avete bloccate Voi le assunzioni favorendo le tante partecipate coop ecc. ecc. ….erano voti sicuri.Oggi sono tutte al disastro economico non riuscendo più a pagare i dipendenti.Il popolo italiano si è svegliato ora mettetevi da parte e fate lavorare a chi ne ha voglia a chi veramente tiene al popolo ITALIANO che non è affatto razzista ma semplicemente stanco di subire torti da chi avrebbe dovuto tutelare il benessere dei cittadini,i profughi vanno accolti ma i migranti NO,non possiamo continuare a non distinguere chi fugge dalle guerre da chi viene a cercar fortuna,questi ultimi non rappresentano una risorsa……Salerno è una bellissima città peccato non sia curata per quello che paghiamo di tasse,strade sporche quartieri degradati,sicurezza meno che zero,certo che una persona normale non vuole sentirne più parlare della vostra politica del vostro modo di gestire i soldi pubblici della vostra arroganza per non parlare delle cariche e posti di lavoro………..Personaggetti.

  4. de luca non cambiera’ mai ha il dono della parlantina,a salerno ha avuto consensi era il de luca prima maniera poi e’ cambiato progetti faraonici incompiuti,quartieri di salerno abbelliti ma poi abbandonati all’incuria,creazioni di partecipate del comune per la nettezza urbana…risultati salerno un cesso,forse de luca non ha capito che il popolo si e’ rotta le scatole di vedere politici affamati e corrotti,il pd il suo partito ha fatto tabula rasa e continua nella sua pochezza,vedere martina e’ ridicolo,i sig.salvini e di maio ci stanno restituendo la dignita nei confronti dell’europa venduta da renzi-gentiloni,era come minimo 70anni che non avevamo un politico che facesse l’interesse della gente,quindi si metta il cuore in pace che a salerno altri de luca non arriveranno e si guardi il culo alla regione che finisce la sua pacchia anche li.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.