Mercato Torrione, Anva Salerno: ”Nessuna chiusura. Lavori a recinzione”

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
3
Stampa
A seguito di una notizia apparsa su un quotidiano locale e su alcuni siti online vogliamo far chiarezza sulla fake news inerente la chiusura dell’area mercatale di via Sabato Robertelli dal 1 al 8 ottobre, al fine di evitare danni economici agli operatori ambulanti:

nell’area mercatale di via Sabato Robertelli da due settimane sono iniziati i controlli degli operatori ad opera del Consorzio “I Mercanti di Torrione” così come previsto dalla convenzione firmata per la gestione di alcuni servizi nelle aree mercatali cittadine, unitamente al Comando di Polizia Municipale.

L’Amministrazione Comunale ha disposto alcuni lavori di somma urgenza che riguardano la recinzione dell’area, lavori che partiranno dal 1 ottobre e che prevedono comunque la presenza del mercato, mentre a partire dal 1 e fino al 18 ottobre è sospesa la spunta presso l’area mercatale di Torrione al fine di verificare gli effettivi posteggi vuoti e da assegnare agli stessi spuntisti, facendo pagare loro il dovuto per l’area occupata.

I lavori servono per i maggiori controlli da effettuarsi, servono per il contrasto ai fenomeni di abusivismo, ma soprattutto servono per avviare la raccolta differenziata dei rifiuti prodotti.

Sempre da lunedì 1 ottobre, i controlli si sposteranno nell’area del mercato di via Piave, mercato che ribadiamo non sarà delocalizzato, anzi questo mercato all’inizio dell’anno prossimo sarà ristrutturato ed è prevista la copertura dell’area settore alimentare.

LO SCRIVE IN UNA NOTA Il Presidente Prov.le ANVA Aniello Ciro Pietrofesa

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

3 COMMENTI

  1. Stiamo aspettando da anni la miglioria del mercato che prevede spostamenti su posteggi vuoti da parte di operatori a posto fisso e l’assegnazione dei giorni che mancano sulla licenza, restiamo in attesa.

  2. Mi rivolgo al sig. Pietrofesa: ha la possibilità di fare le cose per bene, non si lasci trascinare da qualche menefreghista e scostumato.
    Dia l’esempio e ci faccia ricredere. I cittadini sono stanchi degli abusi e dei soprusi di chi, in barba alle più normali regole di convivenza, crede di essere il padrone di questa città.
    Ad maiora.

  3. Un altra sciocchezza ed inutile perdita di tempo. Altri soldi spesi male da parte del comune. Cito un esempio a caso il mercato di via de Crescenzo, è stato ristrutturato chiuso di notte va anche bene questo ma alla fine lo stesso mercato è finito commercialmente non ci va più nessuno. Gli stessi operatori non ce la fanno più. Si sono tutti indebitati. Non do colpa al comune ma ormai è finita. Al comune conviene più far costruire centri commerciali. Perché si è sempre detto pesce grande mangia pesce piccolo.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.