Salerno: aborti e Legge 194, striscione choc al Ruggi contro due medici

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
12
Stampa
Stamattina i militanti salernitani di Forza Nuova hanno affisso nei pressi dell’ospedale Ruggi D’Aragona due striscioni in cui si contesta la Legge 194 e i suoi esecutori.
Il dottor Alvino, dalle pagine di Cronache, accredita una «scarsa cultura umanistica» a ginecologi e ostetrici del nosocomio salernitano, refrattari all’esecuzione degli aborti, colpevoli di non allinearsi al “parterre infanticida” inaugurato da lui e dal dott. Naddeo.
A parte l’improntitudine nel palesare disprezzo intellettuale per i propri colleghi, ad Alvino andrebbe chiesto quale chiave di lettura umanistica conferirebbe giustezza ad una pratica così belluina e spietata, quale quella di stroncare una piccola vita in grembo.
Ci viene difficile immaginarlo, dal momento che chi, imbevuto di umanesimo rinascimentale, varcava le Americhe nel XVI secolo, inorridiva di fronte allo strazio dei sacrifici umani perpetrati dagli autoctoni.
Certo, trattasi di contesti assai diversi, ma necrologicamente parlando, l’esito è identico.
L’umanesimo è inconciliabile coll’aborto: agli indubitabili diritti della donna, la stessa logica razionale (umanistica, appunto) invita a sovrapporre, secondo la propria scala di priorità, quelli del nascituro, essendo questa creatura assai più fragile ed indifesa. Insomma, non c’è partita, ed ogni ulteriore attenuante, al riguardo, cade a vuoto.
Alvino, inoltre, denuncia la non applicazione della 194, legge che Forza Nuova come ogni cattolico coerente mira ad abrogare senza reticenze.
Lo stesso dovrebbe, però, rendere conto sulle carenze in termini di supporto psicologico e sociale alla donna, previste dalla stessa legge e più volte vanificate dall’ostruzionismo dei suoi amici bacchettoni, abortisti tout court.
Una misura, questa, davvero inapplicata, che avrebbe almeno il pregio di bloccare a monte una scelta scellerata e la conseguente mano di velluto di un dottore senza dolore.
Benediciamo, per questo, con un plauso l’opposizione salvifica degli obiettori antiaborto e il loro rifiuto categorico ad identificarsi nel ruolo di «sicari in affitto», così come apostrofati di recente dal Santo Padre.
Dire no all’aborto è dire un sí alla vita.
Comunicato e foto FORZA NUOVA
Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

12 COMMENTI

  1. Ogni donna ha io diritto di scegliere se interrompere una gravidanza o no,ogni donna è PADRONA del proprio corpo e abolire la 194 o la sua non applicazione per colpa di queste anomalie del 21esimo secolo chiamati “obiettori di coscienza” fanno gelare il sangue nelle vene.
    Bravi,ritorniamo al medioevo,agli aborti clandestini con tutti i rischi del caso,e dopo questo
    cosa???
    Maledetto questo paese e maledetti siate voi,come quest’altra bizzoca
    qui sopra,cara signorina Napolitano,che tra un ostia domenicale e l’altra non sa che donne migliori e piú acculturate di lei hanno lottato mezzo secolo fa per far si che le sia riconosciuto questo e altri diritti.
    Che se ne andasse a fare in cu*o in Arabia Saudita allora!
    Ah già dimenticavo,poi sicuramente si lamenterà del fatto che in casa il marito la picchierà e che in pubblico dovrà andare in giro coperta da capo a piedi,e che anche per scoreggiare dovrà chiedere il permesso.
    Italiani popolo di m*rda.

  2. Ma forza nuova sono gli stessi che fanno i raid contro gli immigrati e i loro bambini?Salvo poi difendere la vita umana dalla legge 194! Lasciate lavorare i medici e la libertà di scelta, e soprattutto lasciate stare il dott naddeo persona di ttutto rispetto e gran professionista!

  3. L’aborto in Italia è legge perché è stata approvata dalla larghissima maggioranza del popolo italiano a Forza Nuova dico dove o con chi stavate quando il Vs duce proclamava le leggi razziali quindi zitti e a posto

  4. Ma non avete nemmeno un briciolo di pudore, non vi sentite nemmeno un po’ in imbarazzo a dare spazio e risonanza pure alla feccia di forza nuova. Ma vergognatevi, voi con l’informazione non c’azzeccate niente, come i fascisti con la democrazia.

  5. No forza nuova fa le ronde per difendere ragazze come te, che possono essere vittime di stupri da parte dei tuoi sedicenti “amici” immigrati. Per quanto riguarda la 194 ognuno è libero di abortire o meno su questo non ci piove. Tuttavia un medico non dovrebbe opporsi ad effettuare l’intervento, perchè ha fatto una scelta quando ha intrapreso la carriera di dottore.

  6. La sedicente “emigrato scontento” o il sedicente visto che dichiara italiani popolo di merda puo’ andare affa…ulo dai suoi amici africani se crede…per il resto le conosciamo bene le donne che hanno lottato in passato tipo la Bonino che tra una canna e l’altra si divertiva a sponsorizzare l’aborto omicidio legalizzato con rappresentazioni macabre…adesso la pia va in udienza dal papa ma il culo attaccato alla poltrona non lo molla….qualcosa da dire a chi gestisce i commenti…è normale che a chi ci mette nome e cognome come ELEONORA NAPOLITANO debba essere consentito di ricevere questi insulti infamanti da chi codardo o codarda si spaccia paladino-a di omicidio legalizzato…..se pubblicate bene se non lo fate non me ne frega…anzi ME NE FREGO….FASCISTI SI NASCE

  7. L’emigrato Scontento, evidentemente ci sei pure tu tra gli italiani che definisci in quel modo. Passando al tema, dici che ogni donna è padrona del PROPRIO corpo, e io dico che hai ragione! Ma tu è chiaro che fai il finto tonto, o forse sei foderato di prosciutto, e non vedi che in caso di aborto la donna di cui parli decide peril corpo di un altro, non per il proprio! Questo è il punto. Poi magari mi spieghi pure il nesso tra l’uccisione di un essere vivente dovrebbe essere il futuro e addirittura un atto “umano”… ma ragionate con la vostra testa prima di parlare?
    Un bambino di 5 mesi per es. è di fatto un essere vivente formato, per non parlare dei mesi successivi.
    Magari si può discutere sui primi due mesi, ma sarebbe bello se almeno evitaste quella supponenza e supposta modernità che avete sull’argomento.
    Ti ripeto: quella madre, e quel medico, non decidono per sé stessi, ma per un altro che non ha colpe e spesso neppure problemi di salute, chiaro? Lasciate almeno la possibilità al medico, il quale vi ricordo giura di salvare le vite e salvaguardare la salute degli uomini, di non essere d’accordo con quello che in gravidanza avanzata è in tutto e per tutto un omicidio.
    Avete mai visto come avviene un aborto? forse no, guardate e poi magari cambiate idea: il bambino si muove, è VIVO .. e evito qui particolari su alcuni tipi di aborto, tra l’altro sostenuti pubblicamente da democratici e premi nobel come Obama e H.Clinton… cercate e poi parlate. E lasciate pure perdere le religioni, non c’entrano nulla. Guardate in cosa consiste l’aborto a nascita parziale che i due democratici di sinistra sostengono..
    E su FN: siete coscienti del fatto che voi li criticate per la violenza mentre dall’altra parte sostenete chi toglie la vita a innocenti?

    Emilia: al bambino tu pensi di lasciarla la libertà di scelta, o forse non ti interessa? stiamo dibattendo da mesi sul deficiente che ha ucciso il cane e poi dobbiamo leggere posizioni del genere su chi uccide un bambino?

  8. Ugo nel caso in cui la donna fosse incinta, a causa di uno stupro, come dovrebbe comportarsi?

  9. Bruno: il punto è questo, il discorso è complicato e per quello non può essere archiviato come un semplice sfizio o trapianto di capelli. Come deve comportarsi? esiste prima di tutto la possibilità, per legge, da parte della donna di non riconoscere il figlio alla nascita! quindi partorisce, non lo riconosce e viene adottato. E perde qualunque vincolo con lui. Ma siete proprio sicuri che una mamma, sia in caso di aborto, sia in caso di affidamento alla nascita, se ne stia tranquilla e con la coscienza a posto come molti vorrebbero far credere, magari derubricando l’aborto a semplice raffreddore? Non credo proprio.
    Ripeto, quello che mi dà estremamente fastidio è la semplicità con la quale certa sinistra parla di aborto, non pensando minimamente al fatto che è un bambino completamente formato che viene ucciso. Mentre poi per un cane le stesse persone magari fanno mesi e anni di manifestazioni.
    Se si trattasse della sola vita/libertà della donna, allora non avrei nulla da dire: 100% scelta sua! ma così non è: c’è un altro soggetto, VIVO, in gioco! è il bambino, il quale non può decidere. (non parlo della pillola del giorno .. bisogna anche evitare di essere integralisti..)

    Cerca cos’è l’aborto a nascita parziale, poi mi dici.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.