Fonderie Pisano vince ancora al TAR contro la Regione Campania

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
3
Stampa
Nuova vittoria della società Fonderie Pisano S.p.A. nella vertenza amministrativa contro la Regione Campania.

Dopo che il TAR Salerno aveva sospeso in via cautelare la revoca dell’autorizzazione integrata ambientale (AIA) irrogata dalla Regione alle Fonderie Pisano lo scorso marzo, e dopo la conferma della sospensione cautelare da parte del Consiglio di Stato in giugno, lo scorso 5 ottobre la Regione Campania ha diffidato la società a rispettare e conformarsi alle prescrizioni dell’AIA e nuovamente sospeso l’attività produttiva della fabbrica.

Fonderie Pisano, assistita dallo studio Enrico Follieri & Associati, con il socio amministratore Enrico Follieri, in collaborazione con l’avv. Lorenzo Lentini, ha nuovamente proposto ricorso innanzi al TAR Campania, Sezione di Salerno, avverso la sospensione dell’attività irrogata dalla Regione e ottenuto una misura cautelare monocratica con la quale viene sospesa l’esecutività del provvedimento regionale e dato dunque il via libera alla ripresa dell’attività produttiva.

«Il Presidente del TAR ha concordato sull’oggettivo pregiudizio a cui è esposta la Fonderie Pisano per via del fermo alla produzione nelle more del giudizio e in assenza di precise indicazioni  sulle misure da adottarsi per superare le presunte violazioni dell’AIA, ancora tutte da individuare e dimostrare, oltre che in assenza di pericoli per l’ambiente e la salute – commenta Enrico Follieri –. Ora attendiamo il verdetto del Collegio il prossimo 21 novembre».

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

3 COMMENTI

  1. Beh allora………..dovranno presentarsi i morti, o presunti , visto che è tutto da dimostrare, definire,accertare,verificare, quantificare……………..ma chi controlla il controllore????

  2. IO auguro un bel tumore a tuti quelli che difendono le fonderie visto che le fonderie lo augurano (anzi lo causano) a me! Che schifo. Pisano è piu potente di Trump

  3. Penso che il giudice debba farsi una passeggiata la mattina in prossimità delle fonderie per capire cosa ha fatto… è semplicemente vergognoso …è semplicemente quello che accade in un paese dove l’illecito è all’ordine del giorno, dove l’ignoranza sui pericoli da metalli pesanti ha portato a migliaia di morti per mesitelioma pleurico e leucemie!!! La regione, il sindaco dovrebbero essere garanti della salute pubblica ma incapaci di concludere un iter di chiusura definitiva di un assassino a cielo aperto.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.