Processo Isochimica, la moglie dell’operaio: «Mi sono ammalata per lavare la sua tuta»

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Rosaria Azzarello è la prima vittima della cosiddetta «esposizione da marito». La donna ha deposto in aula nell’ambito del processo Isochimica.

Affetta da patologia asbesto correlata, Rosaria – si legge su Il Mattino oggi in edicola  – non ha mai messo piede nella fabbrica di Borgo Ferrovia: la sua unica «colpa» è stata quella di toccare, scrollare e lavare i panni da lavoro di suo marito Michele Aversa, dipendente Isochimica spa dal 1983 al 1989, anche lui malato.

Tanto le è bastato per ritrovarsi oggi con 1100 particelle di asbesto nei polmoni.  I medici le hanno riscontrato una sarcoidosi polmonare asbesto correlata al terzo stadio. In tutto gli stadi della mia malattia sono quattro.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.