Carpi: il Team di Castori è ancora alla ricerca di una identità

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa

4-3-1-2 in casa, 4-4-2 in trasferta, difesa a 5 nelle partite dal coefficiente di difficoltà più elevato. Il Carpi cambia spesso e volentieri spartito a seconda delle esigenze ma anche perchè ancora non ha trovato una sua precisa identità. Prova ne è il fatto che finora la squadra emiliana ha vinto solo 2 delle 14 partite disputate.

Per il resto i biancorossi hanno ottenuto solo 4 pareggi e sono andati incontro alla bellezza di 8 sconfitte. Con 10 punti all’attivo il team di mister Castori (tornato sulla panchina del Carpi lo scorso 19 settembre dopo le dimissioni di Chezzi) occupa la diciassettesima posizione in classifica e, di conseguenza, è al momento in piena zona retrocessione. Eppure il valore della rosa allestita dal club non è assolutamente da sottovalutare.

Nonostante la squalifica di Colombi, tra i pali il tecnico di origini marchigiane, può contare su un buon estremo difensore come Piscitelli. Nel pacchetto dei centrali ci sono elementi affidabili come Poli, Suagher, Ligi, Buongiorno e Pezzi, gli ultimi due possono disimpegnarsi anche a sinistra in alternanza. Il titolare dell’out di destra è Pachonik.

Sabbione, che nasce difensore, è stato ormai trasformato a tutti gli effetti in mediano, ma nella zona nevralgica ci sono tanti altri elementi in grado di assicurare quantità (come Mbaye e Pasciuti) e qualità (come Giorico, Wilmots e Jelenic). Spesso entra a gara in corso Zinedine Machach. Di Noia, Concas e Piscitella (natio di San Marzano sul Sarno) possono dare una mano sia come trequartisti che come interni.

In avanti ci sono Arrighini e Mokulu, senza dimenticare Piu, che ancora non ha dato il contributo che da lui si aspettano tifosi e staff a causa degli infortuni. In alternativa ci sono il giovane Romairone, di proprietà del Sassuolo, e il più navigato Michele Vano.

Il problema principale fin qui palesato dal Carpi è proprio quello del gol, solo 11 all’attivo in 14 partite, con Mokulu capocannoniere con appena 3 centri. Non di meno conto è il fatto che i biancorossi abbiano già incassato 23 gol, peggio hanno fatto solo il Padova (con 26) e il Foggia (24).

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.