Niente incassi dalle multe: Salerno è terzultima in Italia

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
4
Stampa
La città di Salerno, permulte, ammende, sanzioni e oblazioni riscosse, è tra i principali comuni italiani ad incassare meno nel biennio 2017-2018. Lo rivela una ricerca di ImpresaLavoro che ha elaborato i dati Istat e Siope, il sistema informativo del ministero dell’Economia sulle operazioni degli enti pubblici.

Milano, Firenze e Bologna le città con il gettito pro capite più alto. Negli ultimi due anni i Comuni italiani hanno incassato dalle famiglie 2,95 miliardi di euro di gettito extratributario per multe, ammende, sanzioni e oblazioni. In particolare, nel 2018 (il dato di dicembre è stato stimato sulla base dell’andamento degli incassi dell’anno) le casse dei Comuni hanno potuto contare su un introito complessivo di 1 miliardo 340 milioni di euro.

Un dato in discesa rispetto a quello registrato nel 2017, pari a 1 miliardo 609 milioni di euro. Secondo la ricerca di ImpresaLavoro, realizzata su elaborazione dei dati Istat e Siope (il Sistema informativo del Ministero delle Finanze sulle operazioni degli enti pubblici), la città che nel biennio 2017-2018 ha incassato di più in rapporto ai cittadini maggiorenni residenti è risultata essere Milano (123,67 euro a testa, per un gettito medio annuo di circa 142,7 milioni di euro), seguita da Firenze (109,25 euro a testa, per un gettito medio annuo di circa 35,5 milioni di euro), Bologna (92,30 euro a testa ogni anno, per un gettito medio annuo di circa 30,8 milioni di euro), Brescia (81,79 euro a testa, per un gettito medio annuo di circa 13,5 milioni di euro) e Bergamo (74,95 euro a testa, per un gettito medio annuo di circa 7,6 milioni di euro).

Al contrario, i Comuni che nello stesso periodo hanno incassato di meno sono stati invece Campobasso (0,19 euro a testa, per un gettito medio annuo di 8.218 euro), Aosta (2,97 euro a testa, per un gettito medio di 85.978 euro), Salerno (3,40 euro a testa, per un gettito medio di 388.821 euro) e Udine (6,55 euro a testa, per un gettito medio di 558.836 euro).

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

4 COMMENTI

  1. Siamo contenti. Vogliono fare i moderni con la multa nell’etere.
    Se tornassero “le sfogliatelle bianche” sul parabrezza (A VISTA) e senza corredo di balzelli che fanno lievitare il costo, come era una volta, forse sarebbe più utile per tutti, controllori e controllati.
    La foto è emblematica.

  2. OVVIAMENTE non dipende da quello, non cambierebbe nulla se tornassimo alla carta, non c’è proprio il nesso. Non pagano i nullatenenti (veri e presunti) che a Salerno mi risultano essere tantissimi, nè pagano quelli con auto targate romania o bulgaria (e ne vedo tantissime ogni Santo giorno). Salerno città fallita

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.